Bancomat: multe per chi rifiuta il pagamento con carta

Giro di vite del governo nei confronti dei commercianti che rifiutano il pagamento con il bancomat e la carta di credito

Multe per i commercianti che rifiutano il pagamento con carta. Dal 30 settembre arrivano le prime sanzioni riguardo l’uso del bancomat a carico di negozianti, artigiani e professionisti. A partire da questa data chi rifiuterà il pagamento con il POS andrà incontro ad una multa di 30 euro. “Entro settembre prevediamo di firmare il decreto che introduce le prime sanzioni per chi rifiuta un pagamento elettronico” ha spiegato il viceministro dell’Economia, Luigi Casero.

In precedenza la Legge di stabilità 2016 aveva imposto a professionisti ed esercenti l’uso di POS per la lettura delle carte elettroniche, prevedendo che si potessero accettare pagamenti non in contati a partire dai 5 euro. L’obbligo verrà rafforzato, secondo le ultime notizie, dalla bozza, che in queste ore è allo studio del decreto attuativo del ministero dell’Economia e dello Sviluppo Economico.

Secondo gli ultimi dati raccolti dalla Bce, per quanto riguarda i pagamenti con il bancomat l’Italia è molto indietro rispetto agli altri paesi europei, sia per quanto riguarda le somme pagate con le carte elettroniche, sia per il totale delle operazioni compiute durante l’anno. A questo proposito il Tesoro starebbe studiando la possibilità di applicare sgravi fiscali a chi userà la carta per pagare i liberi professionisti, come il tassista, il medico specialista o l’idraulico. La traccia elettronica del pagamento è infatti fondamentale per combattere il problema dell’evasione fiscale.

Saranno esentati dall’obbligo di POS solamente alcuni lavoratori con partita Iva, che svolgono professioni che non li pongono in contatto diretto con il pubblico. “Abbiamo aperto un tavolo con le categorie di professionisti – ha spiegato il viceministro Casero – e parleremo anche con le banche per ridurrei costi dei Pos”.

I consumatori però continuano a chiedere un cambiamento di rotta serio al governo e temono che le trattative possano rallentare ancora la corsa verso l’utilizzo del POS in tutti gli esercizi commerciali. “Senza sanzioni la sola cosa che può fare un consumatore è andarsene senza pagare e lasciare i propri dati per pagare, quando l’esercente o il professionista saranno dotati di Pos” hanno fatto sapere le associazioni dei consumatori.

Bancomat: multe per chi rifiuta il pagamento con carta
Bancomat: multe per chi rifiuta il pagamento con carta