Alitalia incrocia le braccia: oggi stop al 40% dei voli

Ma è solo l'inizio: il prossimo 5 aprile sarà sciopero generale. Per i Sindacati: "Piano irricevibile"

(Teleborsa) Altro che primavera. In casa Alitalia si necessita di abbigliamento rigorosamente  invernale perchè sembra proprio che, da quelle parti, tiri un’aria  decisamente gelida.  Lunedì nerissimo, insomma, per il trasporto aereo: cancellati il 40% dei voli programmati, sia nazionali che internazionali, per lo sciopero dei controllori di volo. Alcune sigle sindacali hanno proclamato un’agitazione dalle 13 alle 17 e, sempre per l’intera giornata di oggi, ad eccezione delle fasce garantite 7-10 e 18-21, la sigla sindacale Cub Trasporti (e per gli aeroporti di Milano anche il sindacato Usb) ha confermato uno sciopero generale del comparto aereo.

PRIMA DI PARTIRE PER UN LUNGO VIAGGIO…CHIAMARE – Disponibile sul sito ufficiale della compagnia la lista completa dei voli cancellati con le informazioni dettagliate sulle modalità per chiedere eventuale rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 4 aprile.Alitalia, ovviamente, invita tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per volare il 20 marzo a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, chiamando il numero verde 800650055 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio

Lo sciopero di oggi è solo l’inizio. Alitalia, infatti, sul piede di guerra per il nuovo piano di risanamento e rilancio che, in gergo, viene definito lacrime e sangue. A dirlo sono i numeri: 2.037 esuberi nel personale di terra di Alitalia che riguarderebbero sia contratti a tempo determinato che indeterminato.Per la maggior parte “amministrativi”, ma si parla anche di 400 tra il personale di volo, di condotta e di cabina, vale a dire piloti e hostess/steward. Il piano prevede, infatti,  la “messa a terra” di 20 aeromobili di medio e corto raggio, per la maggior parte, se non tutti, della famiglia A320 di Airbus.
Ma non finisce qui: l’azienda ha chiesto anche tagli salariali del 28% per i piloti medio raggio, 22% per i piloti lungo raggio e 32% per gli assistenti di volo.

Dai sindacati arriva una bocciatura netta,  deciso lo sciopero unitario per il prossimo 5 aprile: “Confermiamo lo sciopero, che sarà unitario e sarà il 5 aprile, unica data possibile, di 24 ore”. Lo ha annunciato il segretario generale della Uilt,Claudio Tarlazzi, giudicando il piano “irricevibile”.

Alitalia incrocia le braccia: oggi stop al 40% dei voli
Alitalia incrocia le braccia: oggi stop al 40% dei voli