Premi di produttività, 20.003 i contratti aziendali depositati

Premi di produttività sempre più importanti nel welfare aziendale: nel 2016 sono stati oltre 20.000 gli contratti aziendali depositati presso il Ministero del Lavoro

I premi di produttività sono una delle novità più interessanti degli ultimi anni. Sono migliaia le piccole e medie imprese che hanno deciso di investire nel welfare aziendale o in bonus monetari per migliorare le condizioni di lavoro dei propri dipendenti. Logicamente tutto è legato ad alcuni obiettivi da raggiungere entro la fine dell’anno. Con il decreto Interministeriale del 25 marzo 2016, il Ministero del Lavoro ha ufficializzato la procedura per presentare i contratti aziendali e territoriali inerenti i premi di produttività. E i primi risultati sono stati ottimi.

Premi di produttività, le aziende del Nord sono più generose

A un anno dal decreto Interministeriale, è possibile fare una prima panoramica sul numero di società che ha deciso di sottoscrivere con i propri dipendenti un contratto aziendale o territoriale. Secondo i dati rilasciati dal Ministero del Lavoro, sono state compilate oltre ventimila dichiarazioni di conformità, redatte secondo l’articolo 5 del decreto Interministeriale. La maggior parte dei contratti aziendali e territoriali sono stati sottoscritti nel Nord Italia: la Lombardia è la regione capofila con oltre 5000 accordi, seguita da Emilia-Romagna, Veneto e Piemonte. Le aziende del Centro e Sud-Italia sono in netto ritardo, con il solo Lazio che supera i mille contratti aziendali depositati presso il Ministero del Lavoro.

Obiettivo: aumentare la produttività

Ogni accordo depositato deve avere un obiettivo da raggiungere in modo che scatti il bonus per il dipendente: sui 20.003 contratti, 15.583 prevedono un aumento della produttività, 11.163 una maggior redditività dell’azienda e 8901 un miglioramento della qualità. Oltre a un premio di produttività, gli accordi possono prevedere anche un piano di partecipazione o un sistema di welfare aziendale. In totale sono state circa 7.000 le aziende che hanno optato per queste due possibilità.

Premi di produttività, cosa cambia nel 2017

Nel 2017 dovrebbero aumentare il numero di aziende che adotteranno i premi di produttività per migliorare le condizioni di lavoro dei propri dipendenti. Infatti, il Governo ha deciso di diminuire la tassazione sui premi di produttività, aumentando la soglia massima di detassazione.

Premi di produttività, 20.003 i contratti aziendali depositati
Premi di produttività, 20.003 i contratti aziendali depositati