PMI, sempre più aziende chiedono di sospendere le rate dei mutui

Il valore della sospensione da marzo a luglio 2017 è salito a 4,9 miliardi di euro. Aumentano anche le richieste di allungamento dei finanziamenti

Sempre più aziende chiedono di sospendere le rate dei mutui. A scattare la fotografia è stato ancora una volta Impresa in ripresa, lo strumento di ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, che permette alle imprese in difficoltà di congelare momentaneamente i mutui e di aumentare i tempi dei pagamenti.

Sospensione delle rate

Secondo “Impresa in ripresa” al 31 luglio il numero di sospensioni accettate ammonta a 16.825, con un controvalore complessivo che passa dai 4,7 miliardi di euro della rilevazione di marzo 2017 ai 4,9 miliardi di euro di luglio. Nei quattro mesi analizzati dal sistema di ABI è stato possibile registrare anche un incremento di 25 milioni di euro della liquidità erogata dalle banche alle imprese, che sale a un totale di 627 milioni di euro.

Allungamento tempi

Questo il quadro per quanto riguarda le domande di sospensione delle rate. L’accordo, sottoscritto da ABI, banche e altre associazioni di categoria, permette anche di allungare i tempi dei finanziamenti. Da questo punto di vista, al 31 luglio 2017 sono state conteggiate 6775 richieste. Complessivamente, rispetto al dato raccolto a marzo 2017, il numero è aumentato di 1400 unità. Di conseguenza, è cresciuto anche il debito residuo, che è passato dai 1,1 miliardi della rilevazione precedente ai 1,4 miliardi di euro dell’analisi di luglio, registrando, quindi, un incremento di 300 milioni di euro.

I settori interessati

In relazione al settore, a chiedere maggiormente la sospensione delle rate dei prestiti è stato commercio e alberghiero con il 21,4% delle domande. Al secondo posto si colloca edilizia e opere pubbliche, le cui richieste ammontano al 16,4 % di quelle totali, mentre sul terzo gradino sale il settore industria con il 13,7% delle domande. Complessivamente, comunque, è il settore “altri servizi” (26,7%) ad aver avanzato più richieste di sospensione.

Il nord al primo posto

Per quanto riguarda il territorio, le richieste di sospensione raccolte da “Impresa in ripresa” al 31 luglio 2017 vedono al primo posto le regioni del nord con il 64,5 %, seguite dalle imprese del centro con il 19,8 % delle domande e da quelle del sud con il 15,7% delle richieste.

PMI, sempre più aziende chiedono di sospendere le rate dei mutui
PMI, sempre più aziende chiedono di sospendere le rate dei mutui