PMI, alla Regione Sicilia in arrivo 224 milioni di euro

Entro la fine di maggio saranno pubblicati sei bandi che permetteranno alle PMI siciliane di acquistare nuovi macchinari e di assumere ricercatori

Nuovi fondi a disposizione per le PMI siciliane. Questa volta i fondi arrivano direttamente dalla Regione, che sta iniziando a utilizzare i finanziamenti della programmazione europea. I bandi a disposizione delle piccole e medie imprese saranno sei: tre saranno attivati il 12 maggio e gli altri entro la fine del mese. In totale i fondi a disposizione dovrebbero essere di 224 milioni di euro che le aziende potranno utilizzare per investimenti in campo tecnologico o per l’assunzione di giovani ricercatori. La maggior parte delle agevolazioni sarà a fondo perduto.

Innovazione, brevetti, impianti

I primi tre bandi dovrebbero essere ufficializzati entro il 12 maggio e riguarderanno degli ambiti fondamentali per ogni azienda: innovazione, registrazione di brevetti innovativi e l’inserimento in azienda di ricercatori preparati.

Il primo bando avrà a disposizione 28 milioni di euro e permetterà alle PMI di acquistare brevetti o di depositarli e di sviluppare competenze specifiche nel mondo dell’innovazione. Ogni finanziamento non potrà superare i 100.000 euro e si avranno a disposizione due mesi per presentare la domanda.

Il secondo bando, invece, avrà a disposizione ben 56 milioni di euro e sarà dedicato a tutte le imprese che vogliono innovare i propri strumenti. Il finanziamento non è aperto solamente alle singole aziende ma anche a reti di aziende. Il limite massimo per le agevolazioni sarà di 2 milioni di euro, ma il finanziamento non andrà a coprire tutta la spesa: il 50% per le PMI e il 15% per le grandi imprese.

Anche il terzo bando avrà a disposizione 56 milioni di euro e andrà a finanziare tutti i progetti di ricerca portati avanti dalle imprese che potranno presentarsi anche in forma associativa. Le agevolazioni potranno essere utilizzate per assumere giovani ricercatori o per creare un vero e proprio team di ricerca. Il budget di ogni progetto presentato non può superare i quattro milioni di euro. Si ha tempo tre mesi dalla pubblicazione del bando per presentare la domanda.

Startup e internazionalizzazione

Entro la fine di maggio saranno pubblicati anche altri tre bandi. Il primo avrà a disposizione 30 milioni di euro e sarà dedicato alle startup e alle nuove imprese. La maggior parte dei fondi sarà a fondo perduto e il contributo massimo sarà di 800.000 euro. Il secondo bando avrà in dotazione 20 milioni di euro e sarà dedicato esclusivamente alle PMI. Infine, il terzo bando beneficerà di 34 milioni di euro che potranno essere utilizzati dalle piccole e medie imprese per far partire un progetto di internazionalizzazione per andare alla conquista di nuovi mercati. L’agevolazione copre fino a un massimo di 200.000 euro di spese.

PMI, alla Regione Sicilia in arrivo 224 milioni di euro
PMI, alla Regione Sicilia in arrivo 224 milioni di euro