MicroPrestito d’Impresa, 59 milioni di euro dalla Regione Puglia

MicroPrestito d’Impresa è un bando dedicato alle PMI che hanno difficoltà ad accedere al prestito bancario. L’agevolazione non può superare i 25.000 euro

La Regione Puglia è una delle più attive per quanto riguarda la programmazione e il recupero dei fondi europei e il bando MicroPrestito d’Impresa ne è la dimostrazione. Il finanziamento, infatti, fa parte del programma operativo FSE 2007-2013, il progetto finanziato dall’Unione Europea per lo sviluppo regionale. Il nuovo bando è portato avanti da Puglia Sviluppo S.p.a, azienda controllata direttamente dalla Regione Puglia e ha a disposizione 59 milioni di euro. L’agevolazione è dedicata a tutte le piccole e medie imprese che non hanno garanzie a sufficienza per entrare all’interno del circuito bancario per chiedere prestiti e portare avanti gli investimenti. La domanda per partecipare al bando può essere presentata direttamente agli sportelli dell’ente sparsi in tutta la Puglia.

Quali aziende possono partecipare al bando MicroPrestito d’Impresa

Il bando della Regione Puglia non è aperto a tutte le aziende, ma solamente a quelle con meno di 10 dipendenti e che non lavorano in uno di questi settori: pesca, agricoltura e zootecnia; fornitura e produzione di energia, acqua e gestione di reti fognarie; attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco ed attività di organizzazioni associative. Inoltre, le PMI per poter partecipare all’agevolazione MicroPrestito d’Impresa devono essere una ditta individuale, una società cooperativa con meno di 10 soci, una società in accomandita semplice, un’associazione tra professionisti o una società a responsabilità limitata. Infine, aspetto più importante, la piccola e media impresa non deve essere bancabile, ovvero ha difficoltà a ricevere finanziamenti dagli istituti di credito a causa delle scarse garanzie presentate.

Come funziona il bando MicroPrestito d’Impresa

Il bando avrà a disposizione 59 milioni di euro e le aziende potranno utilizzare i finanziamenti per pagare le spese di opere murarie, per l’acquisto di macchinari, impianti, programmi informatici o brevetti. Le agevolazioni vanno da un minimo di 5.000 euro a un massimo di 25.000 euro a un tasso d’interesse agevolato. Il rimborso del mutuo può avvenire in 60 mesi con rate mensili. Le imprese potranno estinguere anticipatamente il debito e alla fine della scadenza avranno il rimborso di tutti gli interessi pagati.

MicroPrestito d’Impresa, 59 milioni di euro dalla Regione Puglia
MicroPrestito d’Impresa, 59 milioni di euro dalla Regione Pugli...