Cresce il numero delle PMI italiane, ma meno del previsto

Nel secondo trimestre 2017, le nuove imprese sono state 36mila, un risultato inferiore rispetto ai primi tre mesi dell’anno. Aumentano le imprese artigiane

Dopo la contrazione del numero di imprese che ha colpito l’economia italiana tra il 2012 e il 2013, il trend si è invertito: dopo i buoni risultati registrati nel primo trimestre del 2017, la ripresa economica si conferma anche tra aprile e giugno. Il saldo tra nuove imprese e cessazioni di attività è positivo per 35800 unità, frutto delle 92500 aziende create e delle 56700 società che hanno chiuso i battenti. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il saldo positivo è inferiore per poco meno di 3000 imprese. Dati molto positivi per l’Italia che segnalano una ripresa economica e di una grande attività imprenditoriale da parte dei cittadini. I dati sul secondo trimestre sono stati diffusi da Unioncamere – InfoCamere.

I dati settore per settore

Interessanti anche i dati settore per settore. I servizi alle imprese mostrano un saldo positivo di 8153 società, dimostrandosi il settore più dinamico del secondo trimestre. Il commercio, invece, ha concluso il trimestre con un saldo positivo di poco più di 6000 unità. Risultati positivi anche per il turismo con un +5659 unità. Anche l’artigianato continua a crescere e ha un saldo positivo per il quarto anno consecutivo.

Nonostante i dati positivi (il saldo recita +35800 società), il risultato del secondo trimestre 2017 è uno dei più bassi degli ultimi anni. Le 92500 nuove aziende è il minimo storico dal 2009: negli ultimi anni si erano superate tranquillamente le 100000 imprese create a trimestre. La colpa è da imputare principalmente ai mancati investimenti da parte delle piccole e medie imprese nella digitalizzazione, fattore che ha bloccato molti imprenditori ad aprire nuove società.

I dati regione per regione

Quasi il 40% del saldo positivo arriva dalle Regioni del Sud Italia, mentre Centro e Nord Ovest rappresentano il 46% (23% per entrambi le regioni). Il restante 14% è ad appannaggio del Nord Est. Guardando le singole Regioni, i risultati più positivi per quanto riguarda il saldo totale arrivano dalla Lombardia (+5334), Lazio (+5474) e Campania (+5807).

Cresce il numero delle PMI italiane, ma meno del previsto
Cresce il numero delle PMI italiane, ma meno del previsto