Che cos’è Euronext e come può aiutare le PMI italiane

Euronext è la più grande Borsa valori pan-europea e ha aperto un ufficio anche a Milano per convincere le PMI italiane a quotarsi in borsa

Le startup italiane hanno un problema cronico: trovare fondi per investire in ricerca&sviluppo o nell’acquisto di nuove strumentazioni. Soprattutto nei primi anni di vita, senza i sovvenzionamenti pubblici o i finanziamenti di qualche ente privato, per le startup del Bel Paese sarebbe veramente impossibile riuscire ad andare avanti. Le piccole e medie imprese del settore tecnologico sono quelle con le maggiori difficoltà: prima di riuscire a chiudere un bilancio in attivo passano diversi anni. Un modo per trovare fondi da investire nella crescita della startup è quello di quotarsi in borsa, ma sono poche le PMI innovative che tentano questa carta. Conscia della situazione, Euronext, la più grande Borsa valori pan-europea ha deciso di aprire una nuova sede in Italia e di scommettere sulla volontà delle startup italiane di aprirsi al mercato azionario.

Che cosa è Euronext

Euronext è una delle più grandi Borse valori al Mondo ed è attiva nei principali mercato europei. Ha da poco aperto anche un ufficio in Italia, scommettendo sulla ripresa del Bel Paese e nella volontà delle startup italiane del settore tecnologico di crescere. Secondo Euronext, l’Italia presenta delle caratteristiche difficili da trovare negli altri Paesi: livello molto elevato degli ingegneri e grande voglia di fare impresa. L’obiettivo di Euronext è convincere le startup specializzate in biotecnologie a quotarsi in borsa e ad affiancare le altre PMI europee che hanno già accettato questa sfida.

Le difficoltà delle PMI italiane

Rispetto alle altre piccole e medie imprese europee, quelle italiane hanno dimensioni molto più contenute e hanno più difficoltà nell’entrare nel listino azionario. A loro disposizione Euronext offre un listino azionario che richiede meno requisiti, chiamato Euronext Growth. È indicato soprattutto per le aziende che sono alla ricerca di 5-20 milioni di capitali, esattamente la cifra che servirebbe alle startup italiane per cominciare a investire pesantemente in ricerca. Euronext ha all’interno del proprio listino azionario già 10 aziende italiane, ma l’obiettivo è di far crescere il numero nei prossimi mesi.

Che cos’è Euronext e come può aiutare le PMI italiane
Che cos’è Euronext e come può aiutare le PMI italiane