Banca Etica e Fei, accordo per le PMI sociali

I due enti hanno sottoscritto un accordo per stanziare 50 milioni di euro che andranno a finanziare progetti per il sociale e per l’impiego dei rifugiati

La crescita economica di un Paese passa anche per gli investimenti nel sociale. E l’accordo tra Banca Etica e il Fondo europeo per gli investimenti va proprio in questa direzione: finanziare i progetti delle startup innovative e delle piccole e medie imprese che hanno come obiettivo il recupero delle persone più svantaggiate o l’inserimento nel mondo del lavoro di rifugiati e immigrati. Ma non solo. Le iniziative che potranno essere finanziate grazie all’accordo tra i due enti sono molte e toccano tanti settori della società. L’accordo tra Banca Etica e Fei mette a disposizione degli imprenditori 50 milioni di euro da utilizzare nei prossimi cinque anni.

Piano Juncker

La partnership tra i due enti rientra nel programma di investimenti che la Commissione europea sta promuovendo da oramai un paio di anni in tutta Europa. Il famoso Piano Juncker che tanto ha fatto discutere e che sta mostrando i propri frutti solo nell’ultimo periodo. Con i 50 milioni messi a disposizione da Banca Etica e dal Fondo europeo per gli investimenti si cercherà di migliorare la situazione di migliaia di persone che vivono nell’indigenza e con un reddito inferiore a quello di povertà.

A chi sono destinati i fondi

I 50 milioni di euro saranno utilizzabili in cinque anni e andranno a finanziare i progetti di 330 imprenditori impegnati nel sociale. Il finanziamento potrà essere utilizzato sia da aziende italiane sia spagnole. Le piccole e medie imprese dovranno presentare dei progetti in cui prevedono l’assunzione di persone affette da disabilità, disoccupati di lungo periodo, richiedenti asilo, rifugiati e migranti. I progetti saranno finanziati con un tasso di interesse molto basso e non sarà necessario presentare molte garanzie. Il finanziamento riguarderà tutte le aziende impegnate nel sociale, con un occhio di riguardo per PMI e startup innovative. Ma non solo. Potranno presentare il loro progetto anche le aziende agricole sociali e le aziende impegnate nella produzione di energia rinnovabile.

Banca Etica e Fei, accordo per le PMI sociali
Banca Etica e Fei, accordo per le PMI sociali