Pensione anticipata: Gentiloni firma il decreto, via libera all’Ape social 

Decorrenza retroattiva da maggio 2017 

(Teleborsa) Importanti novità sul fronte pensioni. Con ritardo e dopo più di qualche rinvio, infatti, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha firmato il decreto attuativo che riguarda l’Anticipo pensionistico volontario, un prestito finanziato dalle banche e protetto da una polizza assicurativa. Lo ha reso noto un comunicato della presidenza del Consiglio, pubblicato su Twitter con foto della firma. L’Ape volontaria, dunque, può partire.

PLATEA POTENZIALE – Il governo ha stimato che la platea potenziale sarà di circa 300mila persone nel 2017 e di 115mila nel 2018. La misura permetterà di lasciare il lavoro fino a tre anni di anticipo, con una decurtazione della pensione che verrà erogata dall’Inps al netto della rata del prestito

VALORE RETROATTIVO, DECORRENZA DA MAGGIO 2017 – “Coloro che hanno maturato i requisiti in una data compresa tra il primo maggio 2017 e la data di entrata in vigore del presente decreto possono richiedere, entro 6 mesi dall’entrata in vigore del presente decreto, la corresponsione di tutti i ratei arretrati maturati a decorrere dalla suddetta data di maturazione dei requisiti”.

CHI PUO’ CHIEDERLA. Per ottenere l’Ape volontaria bisogna avere almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi; maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro tre anni e sette mesi; avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’assicurazione generale obbligatoria (AGO); non essere già titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità. Si può invece continuare a lavorare fino al raggiungimento della pensione.

E COME – L’interessato o chi per lui deve presentare domanda all’Inps, anche online. La richiesta non è revocabile, salvo il normale diritto di recesso.

Dopo aver verificato il possesso dei requisiti, sarà l’Inps a comunicare al richiedente l’importo minimo e massimo del prestito ottenibile. A quel punto l’istituto finanziatore trasmette all’Inps il contratto.

Pensione anticipata: Gentiloni firma il decreto, via libera all’Ape social 
Pensione anticipata: Gentiloni firma il decreto, via libera all’...