Greggio in rialzo dopo dati Api su scorte, sciopero Norvegia

(Reuters) – Seduta con il segno positivo per il greggio, sostenuto dai dati Api che hanno evidenziato una flessione delle scorte Usa e da uno sciopero dei lavoratori petroliferi in Norvegia che potrebbe avere un impatto sulla produzione.

A spingere le quotazioni, sottolineano gli operatori, sono anche i buoni dati sull’import giapponese.

Intorno alle 11,55 italiane il contratto sul Brent per consegna novembre sale di 90 cent (pari al 2% circa) a 46,78 dollari.

La scadenza analoga sul greggio leggero Usa West Texas Intermediate guadagna 96 cent (+2,2%) a quota 45,01. Il contratto ottobre è scaduto ieri a 43,44 dollari.

Secondo i trader il principale driver per il Wti sono i dati dell’American Petroleum Institute, che hanno evidenziato un decumulo di 7,5 milioni di barili nelle riserve di greggio Usa.

Oggi sono attese le statistiche dell’Eia e l’attenzione sarà inoltre puntata sull’esito del meeting della Federal Reserve per indicazioni sui tassi di interesse.

Sul sito http://www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Greggio in rialzo dopo dati Api su scorte, sciopero Norvegia
Greggio in rialzo dopo dati Api su scorte, sciopero Norvegia