Greggio in calo, aumenta pessimismo su outlook domanda

LONDRA (Reuters) – Il greggio cede decisamente terreno sulla scia di una serie di previsioni pessimistiche sulla crescita della domanda, che suggeriscono che l’abbondanza globale di scorte non utilizzate possa persistere molto più a lungo di quanto anticipato dagli investitori, temperando la ripresa dei prezzi.

Secondo la International Energy Agency il brusco rallentamento della crescita della domanda petrolifera globale, accompagnato da riserve in crescita e un aumento delle forniture, indica che il mercato sarà gravato da un eccesso di offerta almeno per i primi sei mesi del 2017.

I commenti della Iea – che contrastano con le stime rilasciate dall’agenzia un mese fa che suggerivano un maggiore equilibrio tra domanda e offerta per il resto di quest’anno – arrivano appena un giorno dopo l’outlook sorprendentemente pessimista dell’Opec.

Intorno alle 11,50 il contratto sul Brent per consegna novembre cede 94 cent (l’1,95%) a 47,38 dollari. La scadenza ottobre del greggio leggero Usa West Texas Intermediate arretra di 1,10 dollari (-2,38%) a quota 45,19.

Sul sito http://www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Greggio in calo, aumenta pessimismo su outlook domanda
Greggio in calo, aumenta pessimismo su outlook domanda