Dollaro scivola, tocca minimi 6 giorni su yen in attesa Fed e BoJ

NEW YORK (Reuters) – Il dollaro lascia il massimo delle due settimane segnato venerdì, appesantito dal rialzo dei prezzi del greggio e in attesa delle riunioni delle banche centrali.

* La valuta Usa si è spinta fino al minimo dei sei giorni contro lo yen a 101,67, mentre attorno alle 14,55 l’indice del dollaro contro un paniere di valute cede quasi lo 0,3% a 95,855, dopo aver segnato venerdì il massimo delle due settimane e anche il massimo rialzo giornaliero da fine giugno a questa parte.

** “Credo che l’opinione generale sia che non ci sia da aspettarsi che la BoJ annunci alcuna mossa espansiva questa settimana” dice Lee Hardman, economista a Bank of Tokyo-Mitsubishi. “Questo supporta la nostra idea che lo yen dopo il meeting si rafforzerà. L’assenza di aspettative forti per un rialzo dei tassi Usa ovviamente gioca anch’essa un ruolo”.

** I mercati in settimana guardano quindi alle riunioni di Fed e BoJ, fissate entrambe per il 20-21 settembre. Sebbene le attese per un rialzo dei tassi Usa siano flebili, nella conferenza stampa che seguirà alla conclusione del meeting la presidente della Fed potrebbe offrire spunti interessanti sulle tempistiche di un eventuale nuovo rialzo del costo denaro entro l’anno. Passando al Giappone, la BoJ valuterà se fare dei tassi di interesse negativi la colonna portante della propria strategia di stimolo, spostando ufficialmente l’obiettivo primario della politica dalla base monetaria ai tassi.

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Dollaro scivola, tocca minimi 6 giorni su yen in attesa Fed e BoJ