BORSE ASIA-PACIFICO positive prima di meeting banche centrali

19 settembre (Reuters) – L’azionario asiatico è in rialzo nella prima seduta della settimana in vista dei meeting della Fed e della banca centrale giapponese questa settimana, mentre il prezzo del greggio rimbalza su voci di un accordo OPEC sulla produzione e notizie di combattimenti intorno ai porti petroliferi libici.

Il mercato aspetta le mosse della Fed il 20 e 21 settembre mentre il sorprendente aumento dell’inflazione in agosto, riportato venerdì, aumenta le attese per un rialzo dei tassi e rafforza il dollaro.

Anche la banca del Giappone si riunisce domani e dopodomani. La BoJ valuterà se fare dei tassi di interesse negativi la colonna portante della propria strategia di stimolo, spostando ufficialmente l’obiettivo primario della politica dalla base monetaria ai tassi.

All’attesa per le scelte di politica monetaria si aggiunge una avversione al rischio acuita dagli attacchi del fine settimana negli Stati Uniti.

L’indice MSCI guadagna alle 8,16 l’1,21%. TOKYO è chiusa per festività.

Bene le Borse cinesi, con gli investitori tornati al lavoro dopo le festività ottimisti per i sondaggi che mostrano un aumento della fiducia delle imprese. Tuttavia, secondo Fu Xuejun, analista presso Huarong Securities, l’incertezza resta. “Non vedo una forte ripresa per l’economia cinese”, ha detto. SHANGHAI guadagna intorno a mezzo punto. Fa anche meglio HONG KONG a +0,9% nonostante l’incertezza sui tassi Usa (Prada +0,41%). In evidenza i titoli finanziari e titoli legati all’energia nucleare dopo il via libera britannico a una centrale da 24 miliardi di dollari cofinanziata dalla Cina. China Nuclear Engineering e SUFA Technology Industry svettano entrambi del 10%, il massimo consentito, mentre CGN Power, quotata a Hong Kong, guadagna intorno al 3%.

Il listino migliore è TAIWAN che ha chiuso con un balzo 2,81% dopo un lungo week-end e cinque sedute consecutive con il segno meno. Il sotto indice dell’elettronica ha chiuso a +3,60%, mentre quello dei finanziari a +2,05%. Il chipmaker Bellwether heavyweights <TSMC 2330.TW> e il produttore di elettronica Hon Hai hanno chiuso rispettivamente a +5,19% e +3%.

SYDNEY in controtendenza ha chiuso leggermente sotto la parità

mentre SEUL guadagna circa 1 punto percentuale.

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

BORSE ASIA-PACIFICO positive prima di meeting banche centrali