Borse Asia-Pacifico moco mosse, focus sempre su banche centrali

15 settembre (Reuters) – L’azionario asiatico tentenna mentre gli investitori fanno i conti con l’apparente minore capacità delle banche centrali di stimolare la crescita e i prezzi del greggio cedono terreno alimentando il clima di avversione al rischio.

Il mercato è scettico sull’eventualità che la Federal Reserve alzi i tassi la prossima settimana ma scommette su una stretta prima di fine 2016.

L’indice MSCI è poco mosso intorno alle 8,30 ora italiana. L’indice Nikkei ha ceduto l’1,3% a 16.405 punti, poco sopra il minimo di 16.359,78 punti registrato il 26 agosto scorso, mentre il Topix ha perso l’1% a 1.301,11 punti.

SEUL e i listini cinesi resteranno chiusi fino al 19 settembre per festività.

MUMBAI è poco mossa. La società a controllo statale MMTC balza di oltre il 3% dopo aver toccato il massimo dal 14 luglio su risultati migliori delle attese.

SINGAPORE perde mezzo punto percentuale penalizzata dai titoli delle aziende di servizi consumer e oil & gas. Jardine Cycle & Carriage cede il 3%, Sembcorp Marine Ltd l’1,2%.

Sul sito http://www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Borse Asia-Pacifico moco mosse, focus sempre su banche centrali