Addio pelle grassa: come prenderti cura della pelle del viso

Numerosi sono i sintomi di una pelle grassa. Per porvi rimedio, basta seguire pochi semplici consigli, migliorando lo skin care quotidiano

La pelle, l’organo più esteso del nostro corpo, è interamente ricoperta da un film idrolipidico, vale a dire da un misto di acqua e grasso che ha funzione di proteggere gli strati sottostanti dalle aggressioni esterne e di garantirne la compattezza. La zona a T, tra il mento e la fronte, è una di quelle parti del corpo che di base possiede una concentrazione maggiore di ghiandole sebacee. Una pelle si dice grassa quando la secrezione di queste ghiandole è maggiore rispetto alla norma.

Ormoni e predisposizione familiare sono tra i primi motivi scatenanti di un’eccessiva produzione di sebo. Anche un’alimentazione troppo ricca di grassi e zuccheri, temperature troppo alte e stress influirebbero su questa antipatica sovrapproduzione che a lungo andare dilata i pori rendendoli più evidenti e dà alla pelle una grana irregolare e un aspetto spento. Lo strato di sebo in eccesso, infatti, va a coprire i colori della melanina e della circolazione sanguigna donando alla pelle un tipico colorito grigiastro; diventa inoltre il terreno più fertile per la nascita di brufoli.

Uno skin care accurato e adatto alla pelle grassa può migliorare la situazione prevenendo gli inestetismi. La detersione è la base di una pelle in buona salute. A volte proprio il notare la pelle unta e “soffocata” spinge a usare dei saponi aggressivi che lasciano una sensazione immediata di freschezza e pulizia. Niente di più sbagliato. Il sebo è una componente utile alla pelle che, tra le altre cose, previene anche la comparsa delle rughe; pertanto tanto più aggressivamente ne priviamo il viso tanto più i pori ne secerneranno per difendersi (il famoso effetto rebound).

Quotidianamente è dunque meglio usare un detergente liquido e delicato che non alteri il Ph della pelle. Potrebbe risultare più d’aiuto un detergente a base oleosa. Contrariamente a quanto si pensi, l’olio, infatti, è in grado di eliminare il sebo con delicatezza, in base al principio che il simile scioglie il simile. Per la rasatura, ricordati invece di pulire con cura gli strumenti tra un utilizzo e l’altro e scegli delle schiume da barba o dei balsami post-rasatura che non siano comedogeni, che non occludano cioè i pori. Meglio evitare anche dopobarba troppo alcolici che finiscono per aggredire troppo la pelle.

Uno scrub, almeno due volte a settimana, è un’utile esfoliazione meccanica che evita che i pori siano intasati dal sebo e scatenino i brufoli. Se vuoi un completo rituale contro la pelle grassa, ogni quindici giorni concediti una pulizia del viso. Per un trattamento professionale rivolgiti al tuo centro estetico di fiducia. A casa basterà un bagno di vapore per dilatare i pori, uno scrub che contenga acido salicilico e, infine, una maschera all’argilla, che possiede doti stringenti e assorbe il sebo in eccesso.

Addio pelle grassa: come prenderti cura della pelle del viso
Addio pelle grassa: come prenderti cura della pelle del viso