Voucher INPS: tutto su cosa sono e come funzionano

I voucher INPS sono sempre più utilizzati tra i mezzi di pagamento, ma è importante conoscere nei dettagli cosa sono e come funzionano per sfruttarne al massimo le funzionalità economiche.

I buoni lavoro, meglio noti come voucher INPS sono delle ottime soluzioni per effettuare pagamenti in seguito a prestazioni occasionali. Si tratta di voucher lavoro che vengono erogati dall’Inps e non vengono regolamentati con i classici contratti. Diventano dunque uno strumento molto utile ed efficace nella lotta al lavoro nero, regolarizzando anche coloro che svolgono un lavoro occasionale o senza alcun contratto. Sfruttando questo tipo di voucher, è possibile anche prendere i contributi per la pensione. Ma non solo. E’ infatti possibile essere retribuiti per lavori occasionali anche se si prende il sussidio di disoccupazione.

I voucher INPS sono disponibili sia in forma cartacea che telematica, con differenze sostanziali e che si adattano alla perfezione alle esigenze di chi li deve riscuotere. Mentre quelli cartacei vengono consegnati direttamente dal datore di lavoro al lavoratore, il quale dovrà provvedere alla riscossione entro un tempo prestabilito presso gli sportelli delle Poste, quelli telematici vengono direttamente caricati sulla Inps Card del lavoratore o con un bonifico che lui stesso incasserà presso un ufficio postale.
I voucher INPS sono il principale sistema di pagamento utilizzato per la retribuzione di prestazioni di lavoro accessorio, ovvero che non superi i 7000 euro annui.

Diversi sono i soggetti che possono essere retribuiti mediante il conveniente sistema dei voucher INPS. Infatti, ci sono diverse categorie economicamente deboli che possono sfruttare le vantaggiose funzionalità di questi pagamenti: su tutti i pensionati, ma anche studenti nei periodi di vacanza. Anche lavoratori part-time e disoccupati possono essere pagati mediante i voucher INPS, senza dimenticare gli extracomunitari, purché in possesso di regolare permesso di soggiorno.
Mentre chi può pagare con i voucher INPS? Sicuramente le famiglie e gli enti senza scopi di lucro, passando anche per imprese familiari e per imprenditori agricoli e degli altri settori economici.

Per riscuotere il pagamento mediante i voucher INPS, è fondamentale rispettare la scadenza di 24 mesi. In questo periodo è fondamentale recarsi presso lo sportello postale più vicino oppure mediante la Inps Card per non perdere il denaro accumulato. Inoltre, non hanno subito alcuna variazione, in seguito all’approvazione del Jobs Act da parte del Governo: anzi, è stato alzato a 7000 il tetto del reddito massimo compatibile con una retribuzione mediante questo conveniente sistema (al lordo sono 9333 euro).

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Voucher lavoro, un buono per tutti i lavori occasionali. Valori, limiti, vantaggi
INPS, è boom dei voucher nei primi 10 mesi

Voucher INPS: tutto su cosa sono e come funzionano
Voucher INPS: tutto su cosa sono e come funzionano