Unioncamere: +36mila aziende tra aprile e giugno, ma rallenta la corsa  

Più dinamici servizi alle imprese, attività professionali e turismo

(Teleborsa) Il copione è sempre lo stesso: una notizia buona e una meno. Un passo avanti e uno indietro. Risultato? Siamo sempre fermi sul posto. Se, infatti, da un lato aumenta il numero delle imprese italiane, dall’altro la crescita rallenta il passo. Lo dicono i dati ufficiali sulla natalità e mortalità delle imprese italiane nel secondo trimestre 2017, diffusi da Unioncamere – InfoCamere.

Iscrizioni, cessazioni e tasso di incremento del tessuto imprenditoriale sono, infatti, in frenata nel secondo trimestre del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. Tra aprile e giugno le nuove imprese sono state 92.500 (contro le 98.500 di un anno fa), le cessazioni 56.700 (contro 60.400) e il saldo si è attestato a 35.800 imprese in più rispetto a marzo (nel 2016 erano 38.100).
A livello territoriale, tutte le regioni fanno segnare un saldo positivo di imprese, ma nessuna area migliora l’andamento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.

Più dinamici servizi alle imprese, attività professionali e turismo – Tra i settori, quelli più dinamici tra aprile e giugno sono stati: servizi alle imprese (+8.153 unità nel trimestre), commercio (+6.872) e turismo (+5.659).

Migliora il saldo degli artigiani (+3.200) – Nota positiva, infine, per le imprese artigiane che continuano a migliorare – pur se lievemente – il proprio saldo trimestrale per il quarto anno consecutivo (+3.166 nel 2017).

SEGNALI INCORAGGIANTI, MA…- “L’avanzata del tessuto imprenditoriale è un segnale incoraggiante, ma occorre accelerarne il cammino. La digitalizzazione è la via maestra da percorrere perché è uno straordinario moltiplicatore di esportazioni e di innovazione” è il commento del presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello. ” Per questo le Camere di commercio stanno lavorando alla diffusione della cultura e dell’utilizzo delle tecnologie digitali anche attraverso la costituzione di 77 Punti Impresa Digitale (PID) all’interno del Piano nazionale Industria 4.0″ .

Unioncamere: +36mila aziende tra aprile e giugno, ma rallenta la corsa  
Unioncamere: +36mila aziende tra aprile e giugno, ma rallenta la cor...