Soldi a chi va a lavorare in bicicletta: Milano come Parigi

Sull'esempio della capitale francese anche in Italia qualcosa si muove

Pagati andare a lavorare in bicicletta invece che con l’automobile privata: è la filosofia di fondo del progetto che sta mettendo a punto Palazzo Marino per partecipare al bando degli incentivi green annunciati dal governo sulla mobilità sostenibile.

Il modello è quello operativo in Francia, dove vengono riconosciute decine di centesimi al chilometro ai cittadini che per i loro spostamenti quotidiani scelgono i pedali.

LO STANZIAMENTO – Il ministero all’Ambiente ha deciso lo stanziamento di 35 milioni di euro per i Comuni che si faranno avanti con progetti di mobilità sostenibile, nell’ambito della strategia di lotta allo smog e di sviluppo di forme alternative di trasporto.

Milano ha scelto di seguire il modello francese, che prevede convenzioni con alcune grandi aziende e un rimborso di 25 centesimi a chilometro al lavoratore che, tramite un’app, certifica i propri spostamenti in bicicletta. “Ne abbiamo già discusso con il Mobility manager del Politecnico – dice l’assessore alla Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran – appena il governo pubblicherà il bando parteciperemo con questo progetto per avere gli incentivi”.

Leggi anche:
La svolta green in Francia: soldi a chi va a lavorare in bicicletta
Boom green economy: ecco i nuovi mestieri che ci salveranno
Green economy: le professioni più richieste
Infortuni nel tragitto casa-lavoro: come comportarsi

Soldi a chi va a lavorare in bicicletta: Milano come Parigi