Scuola, il rinnovo del contratto porterà ad un aumento di appena 60 euro netti

(Teleborsa) – Il mondo della scuola accoglie con un po’ di amaro in bocca il rinnovo del contratto degli statali, che prevede un aumento medio di 85 euro, ma netti in busta arriveranno 60 euro.

Scontenti i sindacati, secondo i quali servivano almeno 300 euro, mentre si stima che lo Stato abbia risparmiato 70 miliardi di euro mal pagando i dipendenti pubblici. 

Il sindacato della scuola Anief-Cisal si chiede poi dove sia la copertura finanziaria dell’operazione dato che la Legge di stabilità stanzia solo 2 miliardi dei 5 miliardi promessi dalla Funzione Pubblica per gli 85 euro di aumento e, in base a quanto detto dalla parte pubblica, solo la metà, quindi 850 milioni di euro, sarebbero da subito destinati ai rinnovi contrattuali.

Facendo due conti, il sindacato sottolinea poi che “se il Governo destina appena 850 milioni di euro per 2017 e questi vanno suddivisi tra 3,3 milioni di dipendenti, si ottengono appena 258 euro lordi annui. Che corrispondono a 20 euro lordi, ovvero 14 euro netti mensili. Ora, sempre l’esecutivo dice che ci sarebbero a disposizione anche altri 5 miliardi per l’intero triennio. Ma se ai 33 milioni di dipendenti pubblici dovrebbero essere destinati 85 euro lordi per 13 mensilità, da assegnare per i prossimi tre anni, servirebbero quasi 11 miliardi. Quindi, ancora una volta, l’impegno non può essere onorato. E non finisce qui: perché i dipendenti statali, avrebbero dovuto avere 150 euro in più mensili netti, dal settembre 2015, con aumenti di ulteriori 150 euro. Con lo Stato che così continua a risparmiare 5 miliardi l’anno”

Scuola, il rinnovo del contratto porterà ad un aumento di appena 60 euro netti
Scuola, il rinnovo del contratto porterà ad un aumento di appena 60 e...