Sbloccate le assunzioni nella Pubblica Amministrazione: 800 posti disponibili

Di questi 800 nuovi posti, 740 andranno a rinforzare l'organico dell'Agenzia delle Entrate

Nuove opportunità di lavoro nella Pubblica amministrazione, grazie al decreto firmato dai ministri Padoan e Madia. Il decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sblocca 800 posti di lavoro a tempo indeterminato, tutti nella Pa centrale. Il 92 per certo di queste assunzioni riguarda nuovi funzionari e dirigenti dell’Agenzia delle Entrate.

Si tratta di una misura che deriva dalla decisione di abolire Equitalia: la nuova organizzazione di riscossione delle imposte passa direttamente all’Agenzia delle Entrate, che riorganizzerà in modo significativo il suo modello organizzativo.

Le assunzioni riguarderanno queste figure professionali:

  • 5 per funzionari per il Consiglio di Stato;
  • 22 per la Corte dei Conti;
  • 2 dirigenti e 32 viceprefetti aggiunti per il Ministero degli Interni;
  • 740 agenti del fisco

Le chiamate verranno effettuate tenendo conto delle graduatorie degli anni precedenti, attingendo dalle liste degli idonei, e andranno comunicate entro il 30 aprile 2017 dalle varie amministrazioni. Una volta esauriti gli elenchi, le amministrazioni potranno procedere a nuovi bandi per assegnare i posti restanti.

Stando alle tabelle allegate al provvedimento, gli oneri a regime a carico della Pubblica amministrazione saranno pari a oltre 41 milioni di euro.

Leggi anche:
Agenzia delle Entrate-Riscossione peggio di Equitalia. Cosa può controllare
Riforma Pa: le partecipate passano sotto il diretto controllo di palazzo Chigi
PA, pugno duro contro gli assenteisti: licenziamento in tronco entro due giorni
Dirigenti statali, stretta del governo: “Licenziare gli inadeguati”
Vecchi e malpagati: ritratto dei dipendenti della PA

Sbloccate le assunzioni nella Pubblica Amministrazione: 800 posti disponibili
Sbloccate le assunzioni nella Pubblica Amministrazione: 800 posti ...