Sesso col collega per il 43% delle impiegate inglesi

Scrivanie galeotte, tresche col capo, superflua biancheria intima... un sondaggio del magazine britannico "New Woman" svela i costumi delle 'ladies' in ufficio



Il sondaggio è stato realizzato dal rotocalco inglese “New Woman” e testé ripreso dal tabloid The Sun. Dall’indagine emerge che quasi la metà delle donne inglesi che lavora in ufficio è andata a letto con un collega, e di queste, una su quattro ammette di aver nascosto il flirt al partner ufficiale.

Il commento della testata che ha lanciato il sondaggio è severo: «We’re just a bunch of sex-obsessed flirtaholics who would rather trade innuendos ? and much more ? than do an honest day’s toil» ovvero, siamo solo un mucchio di flirt-dipendenti ossessionati dal sesso che preferisce condurre tresche illecite a un lavoro onesto.

In Italia un sondaggio analogo, realizzato dall’associazione “Donne e qualità della vita”, che ha coinvolto 2500 persone su 50 aziende di ciascuna delle venti maggiori città italiane, riporta risultati più modesti, ma che comunque fanno riflettere: il 38 per cento di impiegati e manager intrattiene relazioni sentimentali con qualche collega.
Le conclusioni tuttavia si rivelano in contrasto con le osservazioni sollevate dal magazine inglese: se oltre la manica il flirt in ufficio avviene a scapito dell'”onesto lavoro quotidiano”, in Italia pare invece che la tresca giovi alla produttività: il 77 per cento ha confessato infatti di aver raddoppiato i propri ritmi, il 62 per cento si è identificato maggiormente con gli interessi dell’azienda e il 56 per cento si dice motivato maggioramente nel proprio lavoro da una relazione in ufficio.

Non a caso, l’indagine rivela inoltre che sono proprio le operose città del nord quelle che toccano le percentuali più alte di flirt durante gli orari di lavoro. A Milano spetta il primato delle scrivanie “scottanti”, con il 23 per cento dei casi, seguita da Torino (20 per cento), Genova (18 per cento) e Venezia (16 per cento).

Tornando alle abitudini delle colleghe oltre la manica, si scopre che il 20 per cento delle signore non esiterebbe ad andare a letto con il capo per ottenere una promozione, mentre il 17 per cento ammette di averlo già fatto.

Anche le abitudini nell’abbigliamento sono influenzate dal costume licenzioso: oltre un terzo delle intervistate ammette di non indossare biancheria intima; e il 16 per cento dichiara di recarsi in bagno per “dare sollievo” alle proprie frustrazioni sessuali.

A questo punto, al sondaggio britannico potrebbe fare seguito la domanda: quanti uomini italiani cambierebbero il proprio posto di lavoro con un ufficio in Inghilterra?

L.F.

Sesso col collega per il 43% delle impiegate inglesi
Sesso col collega per il 43% delle impiegate inglesi