Pmi: accordo Ice-Aifi per la crescita delle imprese all’estero

Collaborazione fra l'Ente pubblico che ha il compito di sviluppare i rapporti economici con l'estero e l'associazione italiana del Private Equity

(Teleborsa) – E’ stato siglato l’accordo di collaborazione tra l’Agenzia Ice – l’Ente pubblico che ha il compito di sviluppare, agevolare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l’estero – e Aifi, Associazione italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt, per facilitare l’incontro tra aziende italiane e investitori stranieri in un’ottica di crescita e internazionalizzazione.

L’intesa , il cui obiettivo è quello di sfruttare appieno le opportunità di sviluppo per le imprese italiane rappresentate dalle richieste di collaborazione per l’acquisizione da parte di potenziali investitori stranieri e essere in grado di offrire loro un portafoglio più ampio, diversificato e di qualità, è stata annunciata in occasione del RoadShow “Invest in Italy” organizzato a Londra dall’Agenzia.

Come funziona l’accordo? L’Ice, nel quadro delle proprie attività a supporto dell’attrazione degli investimenti esteri, riceve richieste da parte di imprese straniere di visionare portafogli di offerte di fusioni e acquisizioni in imprese italiane alle quali fa fronte con il proprio portafoglio, alimentato spontaneamente dalle imprese italiane stesse alla ricerca di un partner industriale e/o finanziario e con le proposte che raccoglie presso enti e agenzie locali di promozione del territorio.
“Obiettivo dell’Accordo – dichiara il direttore generale dell’Agenzia Ice, Piergiorgio Borgogelli – è di rispondere meglio alla domanda di fusioni e acquisizioni di aziende italiane da parte degli investitori esteri con una selezione di opportunità ampia e diversificata”. La collaborazione fra Ice e Aifi nasce dalla necessità di poter dar seguito a questo tipo di richieste che necessitano di competenze finanziarie specializzate nel settore del private equity e del venture capital. Aifi, infatti, sviluppa, coordina e rappresenta, in sede istituzionale, i soggetti attivi sul mercato italiano in questi settori oltre che nel private debt e conta inoltre tra i propri associati, in qualità di aderenti, associazioni, enti, istituti di ricerca, studi professionali, società di revisione e consulenza, interessati allo sviluppo del mercato italiano del capitale di rischio.
“Attraverso questo accordo Agenzia e Associazione si uniscono per facilitare la possibilità che le pmi italiane chiudano operazioni di M&A con soggetti esteri permettendogli di crescere internazionalizzarsi ed esportare il modello dell’eccellenza italiana – afferma il presidente Aifi Innocenzo Cipolletta – ora si lavorerà per mettere in contatto domanda e offerta tra società italiane che cercano un partner straniero che investa sulla crescita e un investitore straniero che vuole entrare nel mercato italiano”.

Pmi: accordo Ice-Aifi per la crescita delle imprese all’estero
Pmi: accordo Ice-Aifi per la crescita delle imprese all’estero