Napoli, niente più viaggi gratis ai familiari: ferrovieri in sciopero

Abrogato il Regio Decreto numero 148 firmato l’8 gennaio 1931 da Vittorio Emanuele III

Tutti in sciopero perchè l’azienda ha deciso di revocare biglietti gratis e agevolazioni per i parenti dei dipendenti; succede a Napoli, dove i ferrovieri dell’Eav (Ente autonomo Volturno) – che gestisce le ferrovie locali Circumvesuviana e Cumana e alcune linee di trasporto su gomma nella provincia di Napoli – hanno deciso un’agitazione di 4 ore contro l’azienda.

Il tutto perchè l’Eav ha deciso di abrogare l’articolo che disciplinava la materia in questione, un articolo sorprendentemente datato visto che si parla del regio decreto 148 del 1931. Riguarda il “coordinamento delle norme sulla disciplina giuridica dei rapporti collettivi del lavoro con quelle sul trattamento giuridico-economico del personale delle ferrovie, tramvie e linee di navigazione interna in regime di concessione”, e nella parte abrogata recita appunto che “agli agenti e loro famiglie vengono concessi annualmente, sulle linee esercitate dall’azienda, biglietti di viaggio e buoni per trasporto di bagaglio gratuito od a prezzo ridotto”.

La Confail sottolinea ”quanto sia sentita dai lavoratori la questione titoli di viaggio e quanto sia ritenuto sbagliato e fuorviante, rispetto ai reali problemi aziendali, l’atteggiamento dirigenziale che anche nei giorni scorsi ha procurato non pochi episodi di rifiuto nei confronti dei familiari dei dipendenti”. Sul sito Eav segnalati gli orari di tutte le corse garantite.

 

Leggi anche:
I giovani abbandonano l’Italia in cerca di lavoro, in fuga anche dalle regioni del Nord
Si nascondono 35mila posti di lavoro nei boschi. Coldiretti: “Vanno valorizzati”
Nuovo ISEE, nel 2015 richiesto da 4,2 milioni di famiglie
Il governo: “Stranieri, investite qui, gli italiani costano poco”

Napoli, niente più viaggi gratis ai familiari: ferrovieri in sciopero
Napoli, niente più viaggi gratis ai familiari: ferrovieri in sci...