Lavoro: in Italia Pil prodotto da immigrati vale 127 miliardi di euro

10,8 miliardi di contributi ogni anno, 6,8 miliardi di Irpef

(Teleborsa) – Oltre 127 miliardi di euro. A tanto ammonta il Pil prodotto dagli stranieri nel nostro Paese, un fatturato quasi pari a quello della Fiat per intenderci. L’ennesima dimostrazione di quanto la forza lavoro straniera sia radicata e trainante per l’Italia. Gli immigrati che lavorano nelle nostre città producono 10,8 miliardi di contributi ogni anno, 6,8 miliardi di Irpef e hanno un impatto per il 2% sulla spesa Pubblica.

Dal rapporto della Fondazione Leone Moressa sull’economia dell’immigrazione emerge che al 1 gennaio 2016 in Italia vivono oltre 5 milioni di stranieri, l’8,3% della popolazione totale, in gran parte giovani. Oltre la metà del Pil dei lavoratori stranierei arriva dal settore dei servizi, ma è nella ristorazione che gli stranieri sono profondamente radicati producendo il 20% della ricchezza. E se solamente il 36% degli italiani oggi ha un’occupazione, per gli stranieri questa percentuale sale al 47%, sebbene si tratti di lavori di bassa qualifica. Ne consegue che in rapporto ai lavoratori italiani, gli stipendi degli stranieri siano di massima più bassi.

Ma la forza degli stranieri è anche quella di fare impresa: nel 2015 si contano 656mila imprenditori immigrati, principalmente da Marocco, Cina e Romania, e 550mila imprese a conduzione straniera, con un incremento del 21% negli ultimi cinque anni, a fronte di un calo delle imprese italiane del 2,6%.

 

 

Lavoro: in Italia Pil prodotto da immigrati vale 127 miliardi di euro
Lavoro: in Italia Pil prodotto da immigrati vale 127 miliardi di ...