Lavoro, arriva il doppio voucher: ecco cosa cambia

I voucher lavoro si fanno in due: uno per le imprese da 15 euro e uno per le famiglie da 10 euro

I voucher lavoro si fanno in due: uno per le imprese da 15 euro e uno per le famiglie da 10 euro.
Tetto massimo di 2.000 euro a lavoratore, con la possibilità di utilizzare più persone, fino a raggiungere la quota massima di 5.000 euro per le famiglie e 3.000 euro per le imprese. Per queste ultime, però, l’ipotesi in campo è quella dell’introduzione di un vincolo che consenta di usare il lavoro occasionale solo se non ci sono dipendenti.

Il ddl con il testo unificato sui buoni per il lavoro è quasi pronto per essere presentato in commissione Lavoro alla Camera. Nel frattempo si studiano le varie ipotesi ancora sul campo, su alcune questioni come la platea dei soggetti interessati dai voucher. Da una parte si pensa di stilare una lista che comprenda studenti, pensionati, disabili e disoccupati; in alternativa si potrebbe invece prevedere la possibilità di aprire i voucher a tutte le categorie.

Per il presidente, Cesare Damiano, la situazione che si è creata con il proliferare dell’utilizzo dei buoni ”va affrontata e risolta in tempi rapidi, per dare una risposta al paese. La commissione è al lavoro per poterlo fare”.

In collaborazione con Adnkronos

Leggi anche:
Voucher Inps 2017, come cambia la situazione per le Pmi
Voucher, operazione restyling. Si cambia ancora:”Solo per le famiglie, no a imprese”
Chi usa i voucher? Ecco la lista segreta dell’Inps
Lavoro, abuso di voucher anche nel calcio: Juventus e Fiorentina su tutte
Voucher lavoro INPS, un buono per tutti i lavori occasionali. Come funzionano
Tutto sui voucher

Lavoro, arriva il doppio voucher: ecco cosa cambia
Lavoro, arriva il doppio voucher: ecco cosa cambia