INPS: licenziamenti disciplinari in crescita, soprattutto in aziende Over 15

Nei primi nove mesi del 2016

(Teleborsa) – Nei primi nove mesi del 2016 si sono registrati oltre 53 mila licenziamenti disciplinari, con un aumento del 28% rispetto allo stesso periodo del 2015. E’ quanto rende noto l’INPS, che sottolinea come il numero esatto sia  53.636 e che l’incremento maggiore si è registrato nelle imprese con più di 15 dipendenti, in altre parole quelle interessate dalla norme del Jobs act sul contratto a tutele crescenti e sull’abolizione della sanzione del reintegro nel posto di lavoro in caso di licenziamento ingiusto per gli assunti a partire dall’entrata in vigore della norma.

In queste aziende i licenziamenti per giusta causa e giustificato motivo soggettivo sono passati da 17.236 a 22.865, con un aumento quantificabile nel 32,6%. Il dato è in aumento anche rispetto ai 15.871 registrati nei primi nove mesi del 2014. Secondo quanto spiegato dal presidente dell’INPS, Tito Boeri, il dato dipende soprattutto dalle difficoltà nell’utilizzo del procedimento delle dimissioni on line.

INPS: licenziamenti disciplinari in crescita, soprattutto in aziende Over 15
INPS: licenziamenti disciplinari in crescita, soprattutto in aziende ...