Il lavoro nero dilaga: 6 aziende ispezionate su 10 sono irregolari

(Teleborsa) – Il lavoro nero ed irregolare resta una grande piaga in Italia: 6 aziende su 10 presentano delle irregolarità di vario tipo, nei contratti o nelle norme di sicurezza. Lo rivela il Ministero del Lavoro, riportando i dati delle ispezioni condotte su oltre 100 mila imprese nei primi nove mesi dell’anno. Un grave danno economico per l’Italia e per l’erario.

Il 61% delle aziende ispezionate, dunque, presenta delle irregolarità, in aumento dell’1,5% rispetto allo stesso periodo del 2015. Il lavoro nero in senso stretto (mancanza di alcun tipo di contratto) cresce più che proporzionalmente di una percentuale pari all’8%. Sono oltre 30 mila i lavoratori “in nero”. 

In oltre 5 mila casi sono stati adottati anche provvedimenti di sospensione dell’attività delle aziende, che impiegavano personale non regolarizzato in misura superiore al 20% di quello presente al momento dell’ispezione.

Alla presentazione dei dati ispettivi, il Ministro del welfare Giuliano Poletti ha voluto ricordare che l’istiuzione del nuovo ispettorato del lavoro è uno dei capisaldi del Jobs Act. “Vogliamo un mercato del lavoro regolare. Questa e’ la nostra ossessione”.

Il lavoro nero dilaga: 6 aziende ispezionate su 10 sono irregolari
Il lavoro nero dilaga: 6 aziende ispezionate su 10 sono irregolar...