Il governo: “Stranieri, investite qui, gli italiani costano poco”

Opuscolo magnifica come pregio il basso livello salariale dei lavoratori italiani

“Venite ad investire in Italia, dove i lavoratori vi costano poco”. E’ questo in sintesi il senso del messaggio che il Mise, il Ministero per lo Sviluppo Economico, trasmette ai potenziali investitori stranieri su una brochure ospitata sul sito investinitaly.com – portale dell’Ice che reca il logo del Ministero dello Sviluppo Economico – e distribuita pochi giorni fa a Milano, durante la presentazione del piano nazionale Industria 4.0 con il premier Matteo Renzi. Una gaffe sfuggita ai più e segnalata da Eleonora Voltolina, collaboratrice del fattoquotidiano.it e de linkiesta nonché fondatrice della Repubblica degli Stagisti, la voce dei giovani precari e sottopagati.

LA BROCHURE – “L’Italia offre un livello dei salari competitivo che cresce meno rispetto alla Ue e una manodopera altamente qualificata dei profili specializzati”. Seguono i numeri: “Un ingegnere in Italia guadagna mediamente in un anno 38.500 euro, mentre in altri Paesi lo stesso profilo ha una retribuzione media di 48.500 euro l’anno”. A scanso di equivoci l’opuscolo aggiunge: “I costi del lavoro in Italia sono ben al di sotto dei competitor come Francia e Germania. Inoltre, la crescita del costo del lavoro nell’ultimo triennio (2012-14) è la più bassa rispetto a quelle registrate nell’eurozona (+1,2% contro +1,7)”.

Spiega la Voltolina: “Va bene citare i vantaggi competitivi di fronte a una platea di stranieri, ma un governo non può farlo magnificando il basso costo dei nostri cervelli. Non può citare tra i vantaggi competitivi il fatto che un laureato costi un quarto in meno rispetto ad altri Paesi europei. Bearsi che i nostri salari sono bassissimi, anche per le persone con un alto grado di scolarizzazione”.

“E’ un’operazione spregiudicata – rimarca Eleonora –. Non hanno saputo fermarsi di fronte a un fattore tecnicamente allettante per gli investitori stranieri ma socialmente sensibile e drammatico per i cittadini italiani. L’aspetto surreale è che questo messaggio arrivi proprio dal governo che dovrebbe contrastare i bassi livelli salariali e lavorare per attrarre le imprese che sono disposte a investire sulle risorse umane, non le altre. Chi fa le politiche di sviluppo nel nostro Paese forse non ha ancora chiaro chi vogliamo attrarre, se gli imprenditori che intendono investire in innovazione e qualità come la Svizzera o quelli che cercano solo il risparmio sul costo dei lavoratori come in India”.

Leggi anche:
Rischia il licenziamento chi usa WhatsApp sul posto di lavoro
Troppe ore su Facebook in ufficio? Si rischia il licenziamento
WhatsApp e Faceboo, dati a rischio privacy
Telefonini, pc e privacy. Ecco quando si può licenziare con il Jobs Act
Vietato mortificare il dipendente e spiarlo sul web. La Cassazione entra in ufficio
Lavoro e controllo: l’azienda che impianta microchip ai dipendenti

Il governo: “Stranieri, investite qui, gli italiani costano poco”
Il governo: “Stranieri, investite qui, gli italiani costano ...