Facebook annuncia 3mila nuove assunzioni

I nuovi assunti avranno il compito di controllare e rimuovere i video inappropriati e garantire maggiore sicurezza

Facebook assumerà altre 3mila persone entro il 2018 per monitorare la diffusione di “materiale inappropriato” sul social e rimuovere più velocemente video di omicidi o suicidi. Ad annunciarlo è stato il fondatore Mark Zuckerberg sul proprio profilo. L’amministratore delegato di Fb spiega che i nuovi assunti affiancheranno i 4.500 dipendenti che già controllano i post inappropriati, e avranno il compito di garantire maggiore sicurezza all’intera community.

“Nelle ultime settimane, abbiamo visto su Facebook persone fare del male a se stesse e ad altri – sia Live che in video pubblicati successivamente – È straziante, e ho riflettuto a lungo su come possiamo fare meglio per la nostra comunità”, scrive nel suo post.

“Se intendiamo costruire una comunità sicura, dobbiamo rispondere rapidamente. Stiamo lavorando per rendere questi video più semplici da segnalare in modo da poter prendere le giuste misure subito – sia che si tratti di rispondere velocemente quando qualcuno ha bisogno di assistenza o eliminare un post. Nel corso del prossimo anno aggiungeremo 3000 persone al nostro team di Community Operations in tutto il mondo – oltre alle 4.500 persone che abbiamo oggi – per verificare e controllare le milioni di segnalazioni che riceviamo ogni settimana, e migliorare il processo in modo da renderlo più veloce” scrive.

“Questi revisori ci aiuteranno inoltre a migliorare il processo di rimozione dei contenuti che non consentiamo su Facebook come i discorsi d’odio e lo sfruttamento di minori” spiega.

“Continueremo a lavorare con le nostre comunità locali e le forze dell’ordine che si trovano nella posizione migliore per garantire aiuto a coloro che ne hanno bisogno – o perché sono in procinto di farsi del male, o perché si trovano in pericolo” scrive il fondatore di Fb.

In collaborazione con Adnkronos 

Leggi anche:
Lo stage dei sogni: 8mila euro al mese da Facebook
Insultare su Facebook è diffamazione aggravata. Lo dice la Cassazione
Attenzione agli insulti su Facebook: possono costarvi 100 euro al giorno
Facebook nei guai: rischia boom di denunce per “revenge porn”

Facebook annuncia 3mila nuove assunzioni
Facebook annuncia 3mila nuove assunzioni