Enasarco ed il misterioso rapporto con GWM

(Teleborsa) – Si riaccendono i riflettori su Enasarco, uno dei più grandi enti previdenziali privati italiani, incaricato di presidiare le pensioni di 270mila iscritti tra agenti di commercio e rappresentanti vari. Secondo un articolo di “Libero Quotidiano” nulla è stato fatto per chiarire il misterioso rapporto con il gruppo finanziario GWM ancora in essere, al quale cinque anni fa l’allora Presidente Brunetto Boco affidò in gestione, senza alcuna gara circa 1,4 miliardi di euro, fra i quali l’obbligazione Anthracite da 780 milioni a fronte di una commissione dell’1,5%, cinque volte quella di mercato. Facendo due calcoli si parla di 12 milioni di euro l’anno, che per 27 anni fa un totale di 324 milioni di euro. 

L’obbligazione Anthracite è un’obbligazione strutturata con una garanzia della poi fallita Lehman Brothers, che GWM ha deciso di realizzare prima del tempo approfittando del favorevole andamento del mercato monetario. I 780 milioni di euro affidati al gruppo finanziario, però, così facendo, non hanno più la garanzia sul rientro del capitale iniziale (i 780 milioni appunto) che giustificava sia i tempi lunghissimi del contratto, sia le profumate commissioni.

Enasarco ed il misterioso rapporto con GWM
Enasarco ed il misterioso rapporto con GWM