Deriso dalle banche emigra: oggi è il re dei caschi di Formula 1

La storia dell'imprenditore friulano emigrato in Bahrein

Conosciuto ingegnere pordenonese circa 7 anni fa inizia a progettare caschi da competizione ipertecnologici. Chiede alle banche, ma lo trattano come un matto e gli sbattono porte in faccia. Oggi in Formula Uno se li disputano, e lui ha avuto successo: ma in Bahrein, dove lavora a nuovi sviluppi per l’americana Bell. E’ anche così che l’Italia si lascia sfuggire i migliori talenti.

A raccontare a Il Gazzettino la storia che lo ha visto protagonista è lo stesso Lucio Zancai, l’artista che disegna i caschi supertecnologici che ogni domenica indossano i campioni delle quattro ruote. E spiega come la provincia di Pordenone l’abbia spinto ad andarsene. Precisamente in Bahrein, dove ora lavora per il colosso Bell, quando invece il suo obiettivo era mantenere l’attività nell’hinterland pordenonese.

“La storia – racconta – risale a circa 7 anni fa, quando chiesi aiuto alle banche per mantenere il fulcro della ricerca e sviluppo sui caschi da competizione in provincia, e in particolare a San Quirino”. La risposta è la sintesi di una storia di poca lungimiranza e scarsa attenzione nei confronti delle novità. “Mi risero dietro – spiega Zancai -. Anzi, me lo scrissero proprio. La mia idea era una fantasia, dettata magari dalla passione per la Formula Uno”.

Nemmeno la regione Friuli ha dato credito a Zancai, che immaginava un centro di eccellenza mondiale a due passi da casa. Così adesso lavora in Bahrein, dove l’azienda Bell ha scelto di spostare la ricerca applicata ai caschi da corsa. Addio Italia, addio Cordenons. “Ma non per sempre – puntualizza Zancai – perché l’idea ce l’ho ancora. È relativa allo studio sull’elettronica applicata ai caschi”.

Leggi anche:
Lavoro, nel 2017 sconti premi produttività
Boeri: “Congedo di 15 giorni anche per i neo papà”
Scommesse sulla produttività: meno ore di lavoro a pari stipendio
Svolta green: soldi a chi va a lavorare in bicicletta
Statistico e data scientist: le professioni più richieste del XXI secolo
Malattia, visite fiscali, reperibilità: tutte le novità

 

Deriso dalle banche emigra: oggi è il re dei caschi di Formula 1
Deriso dalle banche emigra: oggi è il re dei caschi di Formula 1