Case cantoniere, al via il bando: in gestione gratis agli under 40

43 immobili in concessione gratuita per 9 anni, è online il primo bando indetto dall’Agenzia del Demanio

Al via il bando per la concessione gratuita di 43 immobili agli under 40. Si tratta della prima gara del progetto “Valore Paese-Cammini e Percorsi” per assegnare 43 immobili pubblici in concessione gratuita per 9 anni a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40.

Case cantoniere, torri, ex caselli ferroviari e vari fabbricati distribuiti su tutto il territorio nazionale, dunque, online dal 24 luglio per sostenere l’imprenditoria giovanile e il terzo settore allo scopo di incentivare iniziative a carattere innovativo, sociale, culturale, creativo e sportivo.

Lo rende noto l’Agenzia del demanio in una nota ribadendo la finalità dell’operazione: promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici sui percorsi ciclopedonali e sui tracciati storico-religiosi da trasformare in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori.

Fino al prossimo 11 dicembre, su http://www.agenziademanio.it è possibile perciò scaricare il bando unico nazionale, la “Guida al bando” e tutta la documentazione riguardante i 30 immobili di proprietà dello Stato in gara. Contestualmente, e nei prossimi giorni, anche gli altri enti locali coinvolti pubblicheranno sui rispettivi siti istituzionali i bandi dei 13 beni di loro proprietà inseriti nell’iniziativa.

Per partecipare alla gara, si legge nella nota dell’Agenzia del demanio, è necessario presentare una proposta che non prevede l’offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell’iniziativa. Innanzitutto l’ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito.

Come previsto dalla norma, si terrà poi conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale, sia in termini di promozione dello slow travel. Infine, tra i fattori che incideranno sul punteggio della proposta anche la sostenibilità ambientale e le specifiche azioni previste per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, come ad esempio l’uso di materiali bio-eco compatibili e di tecniche e dispositivi bioclimatici; e l’efficienza energetica quindi le azioni volte alla riduzione dei consumi e all’implementazione di fonti rinnovabili.

Tra i beni in gara alcune Case del Fascio, quella di Ro Ferrarese (Fe) e quella di Vinzaglio (No) ma anche il Convento San Marco a a Sant’Angelo dei Lombardi (AV), Torre Angellara a Salerno; la torre della Bastiglia a Serramazzoni. Tra le case cantoniere quella in località Borgo Grappa (Lt) e i caselli ferroviari ad Altamura (Ba), a Grumo Appula e a Toritto (BA) oltre alla postazione antiaerea presente ad Alghero.

In autunno infine, conclude la nota, è previsto il secondo bando del portafoglio Cammini e Percorsi che sarà dedicato agli immobili di maggior pregio, che per essere riqualificati richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso.

In collaborazione con Adnkronos

Leggi anche:
Case cantoniere e masserie abbandonate: lo Stato regala 103 immobili agli under 40
Case cantoniere ANAS: bando, requisiti e località interessate
Demanio, 6 milioni di euro di investimenti da concessioni fari italiani

 

Case cantoniere, al via il bando: in gestione gratis agli under 40
Case cantoniere, al via il bando: in gestione gratis agli under 4...