Cambiare lavoro: 10 segnali per capire se è il momento giusto

Quello che fate non vi dà più soddisfazione? Pensate di avere bisogno di nuovi stimoli? Ecco come capire se è davvero il momento giusto per cambiare lavoro

Se le giornate vi sembrano interminabili, se il lunedì mattina arriva sempre troppo in fretta e non vedete l’ora di uscire dall’ufficio, forse siete solo stanchi e stressati. O forse è arrivato il momento di guardarsi intorno e spolverare un po’ il vostro curriculum. Ad un certo punto della propria carriera, a molte persone capita di sentirsi intrappolati in un lavoro che non fa (più) per loro. I giorni si susseguono monotoni e sempre uguali, non si prova nessun interesse e soddisfazione in quello che si sta facendo.

C’è un modo per capire quando è davvero il momento di cambiare lavoro? Secondo Molly Brennan (Koya Leadership Partners) e Shawince Meador (University of North Carolina) esistono dei segnali molto chiari che rivelano quando un dipendente ha bisogno di una svolta nella sua vita professionale. Il primo segnale è la perdita di fiducia nell’azienda e in quello che fa. Si unisce a questo la percezione che il lavoro svolto non sia in linea con le proprie capacità e il non vedere lo scopo di quello che si sta facendo. Altri segnali sono l’assenza di sfide e di crescita personale, la mancanza di gioia per i successi ottenuti, la sensazione che il proprio lavoro non sia apprezzato dai colleghi o dai responsabili. Completano il quadro l‘impossibilità di fare carriera, la perdita del rispetto verso il proprio capo, la mancanza di entusiasmo nel parlare del proprio lavoro fuori dall’ufficio e, infine, il desiderio di cercare un impiego completamente diverso.

Presa coscienza della situazione, è fondamentale fermarsi a riflettere. Cambiare lavoro può essere sicuramente stimolante, ma non è affatto semplice. Per questo motivo occorre essere certi che un nuovo impiego sia la soluzione a tutti i problemi.
State attraversando un periodo difficile o avete avuto degli scontri con il capo? Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere il vostro lavoro ideale e che invece non riuscite a trovare nell’attuale impiego? Davvero è soltanto il lavoro la causa della vostra insoddisfazione?
Prima di cominciare a fare colloqui, forse dovreste capire se in qualche modo il vostro lavoro ancora vi appassiona e se c’è un modo per cambiare la situazione: confrontarsi con il proprio capo e i colleghi può essere una buona idea per cercare il cambiamento che desiderate nel posto di lavoro.

Se infine, al termine di tutte queste valutazioni, siete ancora convinti di essere nel posto sbagliato, prendetevi un po’ di tempo per capire quale potrebbe essere la vostra futura destinazione e cominciate a crearvi una rete di contatti per arrivarci, anche sfruttando i social network, come Linkedin.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
I colleghi odiosi? Ecco una lista di persone da evitare
Colleghi di lavoro invidiosi? 5 modi per tenerli a bada
Come riconoscere e combattere il burnout e lo stress da lavoro
Capo stressante? Ecco cinque consigli per affrontarlo
Colloquio di lavoro: come rispondere alle domande più frequenti
Come scrivere un curriculum in 7 mosse. I consigli del Ministero
Curriculum, ecco cosa non scriverci

Cambiare lavoro: 10 segnali per capire se è il momento giusto
Cambiare lavoro: 10 segnali per capire se è il momento giusto