Azienda toscana offre incentivi (fino a 3.500 euro) a chi decide di diplomarsi o laurearsi

La Irplast di Empoli paga i dipendenti per lavorare, ma anche per studiare

Alla Irplast di Empoli, azienda toscana che produce film in polipropilene per pacchetti di sigarette, i dipendenti sono pagati per lavorare ma anche per studiare.

Perché, racconta l’amministratore delegato, “Per noi i titoli di studio sono fondamentali. Vogliamo conquistare ulteriori fette di mercato ma bisogna essere preparati“.

Per questo l’azienda scommette sul personale: con assunzioni, formazione e incentivi allo studio. La Irplast è un’azienda in crescita (94 milioni di fatturato nel 2016 e una previsione di 98 milioni per il prossimo anno). Detiene il 30% del mercato in Europa, Turchia e Russia, esporta nei paesi africani che si affacciano sul Mediterraneo, ma anche in Sudamerica. E bussa alla Cina. La metà dei nuovi assunti sono ingegneri, ai dipendenti chiede conoscenza delle lingue e anche se l’organico è a regime, non esclude nuove assunzioni di personale qualificato.

Una realtà fiorente, che investe in nuovi macchinari di ultima generazione ma soprattutto punta all’eccellenza del proprio personale. E il programma “Torna a scuola” offre proprio questo: incentivi (sborsati direttamente dall’azienda) per i dipendenti che decidono di riprendere in mano i libri. Mille euro al conseguimento del diploma di scuola superiore; 1.000 euro all’anno per tre anni al conseguimento della laurea triennale più un bonus di 500 euro dopo la discussione della tesi; e 2.400 (in due anni) per la laurea magistrale, ai quali si aggiungerà un bonus di 500 euro per la tesi.

Leggi anche:
Lavoro, guerra di numeri su assunzioni ed effetti del Jobs Act
Amarelli, premiata l’eccellenza della liquirizia calabrese nel mondo
Cucinelli: per chi lavora la dignità è più importante del pane

Azienda toscana offre incentivi (fino a 3.500 euro) a chi decide di diplomarsi o laurearsi
Azienda toscana offre incentivi (fino a 3.500 euro) a chi decide di di...