Amazon: 1200 assunzioni per nuova apertura in autunno

Il colosso Amazon investe sull’Italia: 1200 assunzioni per il nuovo centro a Fara in Sabina (RI)

Amazon crea lavoro: 1200 assunzioni in Italia per la nuova apertura di un centro logistico a Fara in Sabina, provincia di Rieti, che sarà inaugurato il prossimo autunno. Il colosso mondiale dell’e-commerce ha già investito con successo nel nostro Paese e questa nuova ondata di posti di lavoro ne sono la prova più certa.

Le posizioni occupazionali sono di vario genere: già partite le selezioni per circa 30 figure manageriali all’interno del nuovo polo e con l’arrivo della primavera al via anche i colloqui di lavoro per 1200 operatori di magazzino. Le prime selezioni verranno fatte da alcune agenzie per il lavoro e in un secondo momento saranno i responsabili aziendali di riferimento a scrutinare i candidati e finalizzare la stipula di un contratto a tempo indeterminato, quasi un miraggio negli ultimi tempi, visto il picco negativo delle assunzioni stabili nel Belpaese. Che profili sta cercando Amazon in Italia? Esperti di logistica, marketing, gestione aziendale, neolaureati e non solo.

Il nuovo centro sorgerà a Fara in Sabina (RI), a una trentina di km da Roma: con i suoi 60.000 mq di ampiezza, distribuiti su più piani, diventerà il secondo centro Amazon in Italia dopo quello di Castel San Giovanni a Piacenza (100.000 mq), inaugurato nel 2011. Da ormai una decina d’anni Amazon ha dato lavoro a più di 2000 persone in Italia: oltre a questi due grandi centri, infatti, l’azienda di Seattle ha già investito su tre depositi di smistamento tra Piemonte e Lombardia, uffici e assistenza clienti a Milano e Cagliari e sta per capitalizzare altri 65 milioni di euro per un punto di distribuzione a Vercelli, che aprirà le porte a 600 nuove risorse.

Alle prossime 1200 assunzioni non si assicurano solo contratti stabili: previsti anche importanti fringe benefits, come assistenza sanitaria privata e copertura quasi totale (95%) per libri e corsi di formazione, oltre che sconti sugli acquisti interni.

È vero che l’impatto sulle vendite dell’e-commerce in Italia, al momento, è del 5-7%, valori da triplicare per altri paesi europei come Francia e Germania, ma viste le premesse e gli investimenti dell’azienda, Amazon prevede di aumentare questi dati e dare maggiore sprint alle infrastrutture necessarie per far decollare gli acquisti on line nel Belpaese.

Amazon: 1200 assunzioni per nuova apertura in autunno
Amazon: 1200 assunzioni per nuova apertura in autunno