Mai più spreco pubblico: da oggi opencantieri mostra la realtà dei cantieri pubblici

Oggi è possibile conoscere i dati riguardanti i cantieri pubblici: Opencantieri ne mostra in tempo reale l'andamento per evitare lo spreco pubblico

I cantieri pubblici sono da sempre un buco nero, che causano ogni anno grossi problemi di spreco pubblico. Fortunatamente nelle scorse settimane è nato Opencantieri, un sito creato dal Ministero delle infrastrutture, grazie alla collaborazione con il Politecnico di Milano, di Formez e del Dipe, il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica. Il sito, di libero accesso per tutti i cittadini, indica l’andamento di circa una trentina di cantieri pubblici, mostrandone tutte le caratteristiche fondamentali.

Grazie a questo servizio chiunque può verificare lo stato di fatto delle principali opere pubbliche in atto lungo tutta la penisole, verificando anche sulle mappe dove sono situati i cantieri. Inoltre è possibile monitorare la spesa pubblica per ogni singola voce, confrontandola con le aspettative iniziali. Il progetto è in regolare crescita, e intende, nel corso dei prossimi anni, coprire tutti i cantieri pubblici aperti in Italia, per rendere trasparenti le attività di tutti coloro che collaborano con lo Stato Italiano per mantenere e migliorare l’ampia rete stradale e ferroviaria.

Una grande novità per il nostro paese, dove purtroppo è ancora vivo il generale malcostume dei ritardi sulle consegne dei progetti, anche per i più importanti. Si pensi ad esempio il cantiere che si occupa della Pedemontana Veneta, che è in ritardo del 25% rispetto alle previsioni iniziali, per un costo che negli anni è addirittura triplicato. L’opera di Opencantieri on è per nulla semplice, perché ad oggi in Italia non esiste un’uniformità di dati tra i diversi operatori che si occupano delle strade, delle autostrade, delle ferrovie.

Sempre più spesso si sente parlare di interoperabilità, un qualcosa che in Italia non esiste: ogni operatore utilizza voci di spesa diverse, dati, nomenclature e formati differenti tra loro. Nella preparazione del sito di Opencantieri è stato necessario uniformare tutti i dati in possesso degli esperti che vi hanno operato, in modo da restituire ai cittadini dei dati comprensibili e confrontabili tra loro. Il lavoro che resta da fare è immenso, visto che in Italia sono presenti quotidianamente centinai di cantieri, che operano in zone diverse e per enti tra loro disomogenei. Per i cantieri presenti su Opencantieri è possibile verificare i piani di spesa, i rincari nel corso del tempo, la corrispondenza tra i preventivi e le spese effettuate.

Immagini: Depositphotos

Mai più spreco pubblico: da oggi opencantieri mostra la realtà dei cantieri pubblici
Mai più spreco pubblico: da oggi opencantieri mostra la realtà dei c...