Wall Street resta tinta di rosso

(Teleborsa) – Scambi in ribasso per la Borsa di New York, che accusa una flessione dello 0,83% sul Dow Jones, portando avanti la scia ribassista di tre cali consecutivi avviata venerdì scorso. In lieve calo l’S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 2.270,07 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-0,71%), come l’S&P 100 (-0,6%).

Utilities (+1,57%) e Sanitario (+0,56%) in buona luce sul listino S&P 500. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Industriale (-1,41%), Finanziario (-0,99%) e Information Technology (-0,99%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Procter & Gamble (+0,73%), Merck (+0,59%) e Coca Cola (+0,55%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Goldman Sachs, che prosegue le contrattazioni con un -2,26%. Soffre Intel, che evidenzia una perdita dell’1,86%. Preda dei venditori JP Morgan, con un decremento dell’1,74%. Si concentrano le vendite su Caterpillar, che soffre un calo dell’1,66%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Regeneron Pharmaceuticals (+2,73%), Mylan (+1,65%), T-Mobile Us (+1,18%) e Shire (+1,04%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Texas Instruments, che ottiene un -3,01%. In apnea Norwegian Cruise Line Holdings, che arretra del 2,37%. Tonfo di Xilinx, che mostra una caduta del 2,28%.

Wall Street resta tinta di rosso
Wall Street resta tinta di rosso