Wall Street parte incerta dopo dati macro migliori delle attese

(Teleborsa) – Wall Street parte tentennante, scontando ancora una volta la linea politica della Casa Bianca ed i guai causati dal Presidente Donald Trump.

A far risollevare il mercato contribuiscono alcuni dati macro più che positivi pubblicati nel primo pomeriggio: quello sui sussidi alla disoccupazione risulta migliore delle attese e conferma un livello ai minimi da oltre 28 anni, mentre quello dell’indice Philly Fed supera il consensus e segnala un forte miglioramento del settore manifatturiero. Fra poco sarà la volta dle leading indicator.

A New York, il Dow Jones si attesta sui valori della vigilia a 20.593,28 punti; resta piatto anche lo S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.357,33 punti. Meglio il Nasdaq 100 (+0,15%). Nel paniere del S&P 500, buona la performance pe ril l comparto Finanziario. Tra i peggiori i comparti Industriale (-0,50%), Utilities (-0,49%) e Materiali (-0,44%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Wal-Mart (+1,54%), grazie a risultati trimestrali migliori delle attese.

Bene anche Merck & Co (+1,11%), Apple (+1,06%) e Goldman Sachs (+1,03%).

La peggiore è Cisco Systems, che crolla del 7,33%, dopo aver pubblicato ieri sera conti sotto le attese.

Vendite su Caterpillar, che registra un ribasso dell’1,54%.

Seduta negativa per Boeing, che apre gli scambi con una perdita dell’1,39%.

Si muove sotto la parità United Technologies, evidenziando un decremento dello 0,96%.

Wall Street parte incerta dopo dati macro migliori delle attese
Wall Street parte incerta dopo dati macro migliori delle attese