Wall Street in guadagno frazionale

(Teleborsa) – Si mostra con il segno più la metà seduta di Wall Street. A dare vigore ad una giornata iniziata senza slancio, Janet Yellen che davanti al Congresso ha assicurato che la stretta monetaria si avvicina. 

Dal fronte macro, giornata ricca: aumenta di poco l’inflazione e le richieste di sussidi alla disoccupazione scendono ben oltre le aspettative.

Buone notizie per il settore edile si mostra in buona salute mentre delude l’andamento del settore manifatturiero del distretto di Philadelphia.

 Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones lima lo 0,29%, mentre, al contrario, l’Indice S&P-500 avanza in maniera frazionale arrivando a 2.186,71 punti. Poco sopra la parità il Nasdaq 100 (+0,63%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Finanziario (+1,21%), Beni di consumo secondari (+1,05%) e Telecomunicazioni (+0,65%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Home Depot (+2,35%), Microsoft (+1,83%), Nike (+1,57%) e Goldman Sachs (+1,19%).

I più forti ribassi, invece, sono su Cisco Systems che cede il 5,38%.

Sensibili perdite per Wal-Mart in calo del 3,82%.

Sottotono Boeing che mostra una limatura dello 0,74%.

Dimessa United Health, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, NetApp (+6,11%), Micron Technology (+5,24%), Incyte (+4,62%) e Liberty Global (+3,68%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Cisco Systems, che ha chiuso a -5,38%.

In apnea Regeneron Pharmaceuticals che arretra del 2,79%.

Sotto pressione Gilead Sciences che accusa un calo dell’1,01%.

Fiacca Costco Wholesale, che mostra un piccolo decremento dello 0,87%.

Wall Street in guadagno frazionale
Wall Street in guadagno frazionale