Wall Street fa un passo indietro

(Teleborsa) – Procede in frazionale ribasso la borsa di Wall Street.

In una giornata priva di dati macro, gli investitori guardano al fronte corporate, i fari sono puntati su Google mentre a San Francisco è il corso un evento del gigante di Mountain View 

C’è grande attesa per il tasso di disoccupazione a stelle e strisce che verrà svelato venerdì 7 ottobre. I numeri sul mercato del lavoro tastano il polso dell’economia ed sono fondamentali per capire in che direzione si muoverà la Federal Reserve. A questo proposito sembra avere le idee ben chiare Jeffrey Lacker, presidente della Fed di Richmond che ha dichiarato che la banca centrale americana ha “forti ragioni” per aumentare il costo del denaro.

Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,69%. Sulla stessa linea l’indice S&P-500 che scambia sotto i livelli della vigilia a 2.148 punti. Poco sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,36%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori.

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Utilities (-2,19%), Telecomunicazioni (-1,81%) e Materiali (-1,48%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è JP Morgan (+0,2%).

I più forti ribassi si abbattono su 3M che continua la seduta con -2,12%.

Sotto pressione Verizon Communication  (-1,39%).

Soffre Chevron che evidenzia una perdita dell’1,38%.

Calo deciso per Nike che segna un -1,1%.

Wall Street fa un passo indietro
Wall Street fa un passo indietro