Wall Street avvia la giornata in retromarcia

(Teleborsa) – Avvio in frazionale ribasso per la borsa di Wall Street che segue la scia delle principali borse europee.

Dal fronte macro, deludono i prezzi alla produzione che sono rimasti invariati nel mese di ottobre. Anche la produzione industriale dello stesso mese è rimasta al palo, mentre fra poco si conoscerà l’indice NAHB. Alle 16:30, l’appuntamento sarà  con il consueto report settimanale delle scorte di petrolio.

Tra gli indici a stelle e strisce il Dow Jones scende dello 0,23%. Sulla stessa linea l’indice S&P-500 che avvia la giornata sotto la parità a 2.175,7 punti. In lieve ribasso anche il Nasdaq 100 (-0,13%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori.

Il settore Finanziario con il suo -0,98%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Walt Disney (+1,06%), Visa (+0,96%), Chevron (+0,70%) e Microsoft (+0,59%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Goldman Sachs che prosegue le contrattazioni a -1,67%.

Si concentrano le vendite su JP Morgan che soffre un calo dell’1,53%.

Pensosa Travelers Company, con un calo frazionale dello 0,67%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Applied Materials (+1,11%), Dollar Tree (+0,99%), Nvidia (+0,93%) e Baidu (+0,63%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su T-Mobile Us.

Crolla Whole Foods Market con una flessione del 2,05%.

Vendite su Facebook che registra un ribasso dell’1,73%.

Seduta negativa per Ctrip.Com International che avvia gli scambi con una perdita dell’1,46%.

Wall Street avvia la giornata in retromarcia
Wall Street avvia la giornata in retromarcia