Wall Street apre in territorio negativo

(Teleborsa) – Opening bell stonata a Wall Street, con gli investitori che sembrano non aver preso troppo bene la possibilità di un rialzo dei tassi da parte della Fed, alla luce della divisione tra i membri del Board nella riunione di settembre che lascia aperto uno spiraglio per dei cambiamenti entro la fine dell’anno. 

Da segnalare poi il deludente dato cinese sulla bilancia commerciale che sta influenzando negativamente i mercati del Vecchio continente.

Dal fronte macro segnali positivi sono giunti dai prezzi import-export USA mentre le richieste di sussidio alla disoccupazione sono rimaste stabili, risultando sotto le attese del mercato.

In avvio il Dow Jones accusa una discesa dello 0,71%; giornata negativa anche per l’indice S&P-500, che inizia la seduta a 2.123 punti, con un calo dello 0,78%. Giù il Nasdaq 100 (-0,78%), come l’S&P 100 (-0,7%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Merck (+1,43%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Goldman Sachs -1,53%, Chevron, che segna un -1,48%, Nike -1,36% e Caterpillar, che evidenzia una perdita dell’1,31%.

Wall Street apre in territorio negativo
Wall Street apre in territorio negativo