Wall Street apre debole. Job Report in focus

(Teleborsa) – Partenza in calo per la borsa di Wall Street con gli investitori che aspettano il record del Dow Jones, pronto a sfondare il muro dei 20 mila punti. Soglia che rappresenta un un test significativo per quest’anno. 

Sul fronte valutario, il dollaro ha ampliato le perdite sulle principali controparti valutarie colpito dalla crescita inferiore alle attese degli occupati nel settore privato evidenziata dalla statistica ADP, relativa al mese di dicembre.

Il dato anticipa l’aggiornamento sul mercato del lavoro statunitense, in uscita domani 6 gennaio. In agenda oggi anche l’indice ISM non manifatturiero e le scorte di greggio statunitensi.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta sui valori della vigilia a 19.942,16 punti; sulla stessa linea, incolore lo S&P-500, che continua la seduta a 2.270,75 punti, sui livelli della vigilia. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,53%); sui livelli della vigilia lo S&P 100 (0%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Materiali (+1,39%), Beni di consumo secondari (+1,33%) e Finanziario (+0,86%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Nike (+2,12%), Walt Disney (+1,27%) e Pfizer (+0,88%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Exxon Mobil, che continua la seduta con -1,10%.

Wall Street apre debole. Job Report in focus
Wall Street apre debole. Job Report in focus