Vega centra il successo numero 10: in orbita i satelliti OPSAT-3000 e Venus [video]

(Teleborsa) – Il lanciatore italiano Vega centrando il successo anche nella sua decima missione ora è più che mai il “razzo dei record”. Immessi regolarmente in orbita OPSAT-3000 e Venus, due satelliti per l’osservazione della terra. Questo ulteriore successo consolida la grande affidabilità di Vega, ideato e realizzato da Avio, nel settore dei lanciatori spaziali: è la prima volta, infatti, che appunto un nuovo lanciatore porta a compimento i primi 10 lanci dall’esordio senza alcun inconveniente.

La missione numero 10 di Vega (Vega Flight VV10) è partita dal centro spaziale di Kourou, in Guyana francese, alle 22,58 di martedì 1 agosto, le 03,58 del 2 agosto in Italia. Dopo 1′,57″ il primo stadio del razzo esaurisce il suo compito, e il volo procede regolare con la separazione nei tempi previsti degli altri stadi. Il primo a “separarsi”, al minuto 42′,49″ è il satellite OPSAT-3000. Il turno di Venus viene dopo 1h,37′,17″. Si tratta del quarto lancio negli ultimi 10 mesi, il secondo del 2017, a dimostrazione dell’affidabilità e flessibilità del lanciatore italiano.

#Vega lofts two satellites on second launch this year. https://t.co/bvgoAaZhnZ pic.twitter.com/1AHgKJ0fUW

— ESA (@esa) 2 agosto 2017

“10 missioni, 10 successi: Vega ha raggiunto un traguardo di performance e affidabilità ineguagliato – ha detto nel centro Spaziale dell’ESA di Kourou Giulio Ranzo, Amministratore Delegato di Avio, non appena confermato il successo della missione – e siamo orgogliosi di questo risultato, il primo ottenuto da Vega dopo la quotazione in Borsa, che testimonia, oltre alla grande affidabilità dei nostri prodotti, l’efficacia della collaborazione con Arianespace e con i partner industriali europei”.

“Prosegue bene il nostro sforzo per lo sviluppo di nuove tecnologie e di lanciatori sempre più performanti per soddisfare le esigenze ogni volta più sofisticare dei nostri clienti. – ha aggiunto Ranzo. Nel nostro stabilimento di Colleferro, praticamente alle porte di Roma, abbiamo appena completato, infatti, il primo booster case del P120, il più grande motore monolitico a propellente solido completamente in fibra di carbonio che equipaggerà Vega C e Ariane 6, i nuovi lanciatori europei che voleranno nel 2019 e 2020”.

Da parte sua, il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Roberto Battiston, ha dichiarato: “I successi di Vega sono il risultato della capacità di innovare, fare ricerca e trovare soluzioni competitive e affidabili per il mercato dei lanciatori. Le infrastrutture satellitari sono in crescita e saranno sempre più pervasive: è stato quindi fondamentale costruire una famiglia di lanciatori europei che garantisca l’accesso allo spazio e la competitività dell’intera filiera spaziale. In questo quadro le capacità e il ruolo di Avio sono una certezza”.  

Forte soddisfazione per la prestazione di Vega, naturalmente, anche “in casa” Arianespace. “Siamo molto orgogliosi di condividere questo decimo successo consecutivo del lanciatore Vega con il nostro prime contractor Avio – ha commentato Stéphane Israël, Amministratore Delegato di Arianespace – e la nostra collaborazione è la chiave del successo di Vega che si sta affermando come il lanciatore di riferimento di piccoli satelliti e che con la sua precisione  e versatilità ci permette di offrire ai nostri clienti soluzioni di lancio sempre più vantaggiose”.  

OPSAT-3000 è un satellite Italo-israeliano nato dalla collaborazione tra Telespazio e IAI (Industria Aerospaziale Israeliana). Venus è un satellite franco-israeliano frutto della collaborazione tra CNES (agenzia Spaziale francese) e ISA (Agenzia Spaziale Israeliana). Entrambi i satelliti, correttamente posizionati in orbita da Vega, trasmetteranno dati e immagini relative all’osservazione della terra e agli impatti dei cambiamenti climatici sulla vegetazione.

Vega è il lanciatore europeo progettato, sviluppato e realizzato in Italia da Avio attraverso la controllata ELV (partecipata al 30% da ASI). È un vettore di ultima generazione studiato per trasferire in orbita bassa (tra 300 e 1.500 km dalla terra) satelliti per uso istituzionale e scientifico, per l’osservazione della terra ed il monitoraggio dell’ambiente. Finanziato per il 65% dall’Italia e realizzato nello stabilimento Avio di Colleferro, nei pressi di Roma, Vega è in grado di mettere in orbita satelliti di massa fino a 2000 kg e completa la famiglia dei lanciatori europei.

Avio è un gruppo internazionale leader nel settore dei lanciatori spaziali, nella propulsione e nel trasporto spaziale. È presente in Italia, Francia e Guyana Francese con 5 insediamenti ed impiega a livello del consolidato 760 persone; nel 2016 ha avuto ricavi per 292 milioni di euro. L’ideazione, la progettazione e la realizzazione di Vega ha permesso all’Italia di essere presente nel ristretto numero di Paesi al mondo in grado di realizzare  un vettore spaziale completo. 

Nel campo dei satelliti, il Gruppo Avio ha realizzato e fornito a ESA e ASI sottosistemi propulsivi per la messa in orbita e il controllo di oltre 30 satelliti, tra cui i più recenti SICRAL e Small GEO. 

Vega centra il successo numero 10: in orbita i satelliti OPSAT-3000 e Venus [video]
Vega centra il successo numero 10: in orbita i satelliti OPSAT-3000 e ...