USA, la tabella di marcia della Fed verso la riduzione del bilancio

(Teleborsa) – La Federal Reserve potrebbe iniziare il piano di diminuzione graduale del suo budget da 4.500 miliardi di dollari da settembre, mentre il terzo rialzo dei tassi del 2017, potrebbe essere deciso a dicembre.

Il potenziale timing si evince dal comunicato del Federal Open Market Committee (FOMC), il braccio di politica monetaria della Fed, pubblicato al termine della riunione della banca centrale statunitense che ha deciso di lasciare invariati i tassi USA.

Il costo del denaro resta all’attuale intervallo 1-1,25%, fissato lo scorso giugno, quando l’istituto guidato da Janet Yellen decise di adoperare una stretta di 25 punti base, la seconda dell’anno e la quarta dal giugno del 2016.

L’istituto centrale scrive che intende procedere in tempi “relativamente brevi” alla cosiddetta ”normalizzazione” – vale a dire alla riduzione – del proprio bilancio.

Nessun altra novità di rilievo, dunque, se non la conferma di una prudente strategia monetaria. Non vengono date, infatti, indicazioni sul prossimo rialzo dei tassi, anche se non ci sono segnali che fanno pensare a un cambio di programma. Gli analisti prevedono il terzo taglio a dicembre, dopo aver iniziato il piano di riduzione del budget.

Sempre nel comunicato al termine della riunione, la Fed prende atto che gli indicatori sui prezzi al consumo, al netto di alimentari freschi ed energia, si sono indeboliti e viaggiano al di sotto del 2%. La banca ritiene che l’inflazione rimarrà sugli attuali livelli moderati in un orizzonte di breve termine, salvo poi stabilizzarsi intorno all’obiettivo del 2% nel medio termine.

USA, la tabella di marcia della Fed verso la riduzione del bilancio
USA, la tabella di marcia della Fed verso la riduzione del bilanc...