UE su Italia: previsioni di crescita (ma sono le più basse d’Europa). Bene le correzioni su manovra

Trump e Brexit "minacciano" l'Europa, Frexit "sarebbe una catastrofe"

(Teleborsa)  Una crescita stabile ma modestissima. Nella giornata di ieri, la Commissione europea ha pubblicato le previsioni economiche d’inverno dei Paesi Ue. Italia in leggera crescita, dunque, nel 2017 e 2018, ma si tratta, comunque, dei livelli più bassi di crescita dell’intera area Ue. Sulla bilancia due fattori destinati a fare da ago (negativo)  della bilancia: la disoccupazione che resta alta mentre “rallenta” l’occupazione rispetto ai due anni precedenti a causa “della fine dagli incentivi fiscali per le nuove assunzioni”e l’incertezza politica.

NESSUN ULTIMATUM ALL’ITALIA – Positivo l’impegno  sulla correzione dei conti. Italia, dunque, promossa? Diciamo rimandata.  Il classico ma sempre di moda “le faremo sapere”. Nel “capitolo Italia”, infatti, la Commissione Ue “prende nota positivamente dell’impegno preso dal governo per adottare misure di bilancio aggiuntive per un valore complessivo dello 0,2% del Pil entro aprile 2017″.

EPPUR SI MUOVE – Più in generale, segnali timidi ma incoraggianti: “Per la prima volta in quasi un decennio, tutte le economie di tutti gli Stati membri della Ue sono attese crescere per tutto il periodo delle previsioni (2016, 2017 e 2018)”.

TRUMP E BREXIT “MINACCIANO” L’EUROPA – Un quadro incerto sul quale pesano anche delle incognite. Per la Commissione Ue ci sono “rischi eccezionali” sul futuro altrimenti positivo dell’Eurozona. Il macroeconomico e finanziario per l’Eurozona è infatti “fortemente messo alla prova” e l’incertezza che circonda le previsioni d’inverno è “eccezionale” a causa “del brusco cambio di politiche negli Usa, per l’incerto risultato del negoziato sulla Brexit, per le crescenti divergenze in politica monetaria a livello globale e per le imminenti elezioni in grandi Stati membri”.

MOSCOVICI ALLONTANA LA FREXIT: “SAREBBE UNA CATASTROFE” – Dopo la Brexit, un altro ciclone rischia di abbattersi sull’Europa con effetti che sarebbero catastrofici, lo dice senza mezzi termini il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici. L’uscita di Parigi dall’euro, caldeggiata dalla Le Pen,  “sarebbe una tragedia per l’Eurozona e una catastrofe per la Francia, sarebbe la fine del progetto europeo costruito sulla riconciliazione franco-tedesca”.

UE su Italia: previsioni di crescita (ma sono le più basse d’Europa). Bene le correzioni su manovra
UE su Italia: previsioni di crescita (ma sono le più basse d’Eu...