UBI, stipulati atti incorporazione Commercio e Industria e Banca Regionale Europea

(Teleborsa) – UBI Banca ha annunciato oggi la stipula dei due atti di fusione relativi all’incorporazione di Banca Popolare Commercio e Industria (BPCI) e di Banca Regionale Europea (BRE), con efficacia a far data dal 21 novembre 2016. Gli effetti contabili e fiscali delle fusioni decorreranno invece dal 1° gennaio 2016.

Tutte le azioni di BPCI e di BRE detenute dai soci diversi da UBI Banca saranno annullate e sostituite con nuove azioni di UBI Banca, il cui numero sarà determinato moltiplicando il numero di azioni di BRE e di BPCI detenute dai predetti azionisti per i seguenti rapporti di cambio: 0,2522 azioni di UBI per ogni n. 1 azione di BPCI, 0,2402 azioni di UBI per ogni n. 1 azione ordinaria di BRE e 0,4377 azioni di UBI per ogni n. 1 azione di risparmio di BRE.

A decorrere dalla data di efficacia, il capitale sociale di UBI Banca sarà aumentato per oltre 186 milioni di euro, mediante emissione di n. 74.551.439 azioni.

Sotto il profilo del patrimonio regolamentare, l’incorporazione in UBI Banca di BPCI e BRE determinerà una crescita del CET1 Ratio Fully Loaded quantificabile in circa 30 punti base sui ratio a fine settembre 2016.

UBI, stipulati atti incorporazione Commercio e Industria e Banca Regionale Europea
UBI, stipulati atti incorporazione Commercio e Industria e Banca Regio...