UBI Banca stima risultati 2017 in forte miglioramento

(Teleborsa) – UBI Banca prevede per l’anno in corso risultati in “forte miglioramento” rispetto al 2016 “grazie a una serie di risultati già conseguiti”.

Lo fa sapere la stessa banca nella nota dei conti dove annuncia di aver chiuso l’esercizio 2016 con una perdita di 830,2 milioni di euro (utile di 116,8 milioni nel 2015) dovuta a svalutazioni e rettifiche, ma “la sussistenza di un utile a livello normalizzato” ha indotto il CdA a proporre comunque un dividendo agli azionisti.

Al netto del piano industriale e delle poste straordinarie, il 2016 si è chiuso con un utile netto normalizzato di 111,6 milioni. In linea con il piano industriale, UBI proporrà agli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,11 euro per azione. 

Le rettifiche di valore nette per deterioramento crediti sono salite a 1,566 miliardi da 802,6 milioni. Le rettifiche di valore per deterioramento di altre attività si sono attestate a 130,1 milioni (16,9 milioni nel 2015), per 73 milioni (52,9 milioni netti) riferibili al fondo Atlante e per il resto “al sostanziale azzeramento del rischio di credito residuo legato a strumenti finanziari rivenienti da posizioni di credito deteriorato (47 milioni)”.

A fine dicembre il CET1 ratio fully loaded era pari all’11,22%, rispetto all’11,62% di un anno prima.

I crediti deteriorati lordi sono pari a 12,521 miliardi, quelli netti a 8,056 miliardi.

UBI Banca fa sapere, infine, che le condizioni di pre-closing per le cosiddette good bank “si stanno realizzando secondo le modalità previste”.

UBI Banca stima risultati 2017 in forte miglioramento
UBI Banca stima risultati 2017 in forte miglioramento