Twitter paga dazio dopo la trimestrale, tonfo a Wall Street

(Teleborsa) – Sotto pressione il titolo Twitter, che esibisce una perdita secca del 10,10% sui valori precedenti, dopo che la trimestrale ha mostrato un aumento dell’1% dei ricavi, il tasso di crescita più basso da quando è quotata a Wall Street.

Il quarto trimestre si è chiuso con una perdita netta di 167 milioni di dollari, o 23 centesimi ad azione, in aumento dai 90,2 milioni di dollari, 13 centesimi ad azione, di un anno prima. Il social network ha tuttavia registrato un fatturato di 717 milioni, in aumento dell’1% su base annuale, anche se inferiore ai 739,7 milioni attesi dagli analisti.

Gli utenti mensili attivi sono stati 319 milioni, in aumento del 4% su base annuale e anche rispetto ai 317 milioni del trimestre precedente. 

Il quadro tecnico di breve periodo di Twitter mostra un’accelerazione al rialzo della curva con target individuato a 17,12 dollari USA. Rischio di discesa fino a 16,53 che non pregiudicherà la buona salute del trend corrente ma che rappresenta una correzione temporanea. Le attese sono per un’estensione della trendline rialzista verso quota 17,71.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Twitter paga dazio dopo la trimestrale, tonfo a Wall Street
Twitter paga dazio dopo la trimestrale, tonfo a Wall Street